La violenza può essere fisica o psicologica, ed entrambe sono molto difficili da affrontare. Ecco cosa fare (e cosa consigliare) nel primo caso, quello della violenza fisica.

La prima cosa da sapere è che quasi sempre il violento è recidivo. Difficilmente da solo trova la forza di cambiare, anche se giura di volerlo fare. Se hai già subito violenza, sei a rischio. Se lui minaccia di uccidere o di uccidersi, sei a rischio.

Per affrontare il problema, nel caso di lesioni, devi andare al pronto soccorso e farti medicare. Se vorrai denunciare il tuo aggressore, il referto potrà servirti. Nel caso tu decida di denunciare (che è in ogni caso e in qualsiasi circostanza un tuo diritto) ricorda che hai tre mesi per farlo.

In caso di emergenza e pericolo immediato chiama il 112 (carabinieri) o il 113 (polizia).

Cerca aiuto attorno a te, parlando con amici o telefonando a un centro antiviolenza. Ricorda che nei centri antiviolenza le operatrici sono tenute a consigliarti il da farsi in forma completamente anonima. Puoi trovare i numeri di queste strutture su un qualsiasi motore di ricerca digitando “centri antiviolenza” e il nome della tua città o regione. Oppure, raggiungendo la pagina www.direcontrolaviolenza.it troverai invece la mappa dei centri italiani. Cerca quello più vicino a te.

Puoi anche chiamare il 1522 che è il numero della rete nazionale antiviolenza che indirizzerà la chiamata al centralino di un centro aperto.

Nel caso della violenza psicologica, più sottile ma non meno pericolosa, devi cercare di mantenere lucidità su quello che ti sta accadendo, senza incolparti. Cerca anche di parlare con qualcuno che riesca a mostrarti dal di fuori quello che ti sta accadendo. E rivolgiti a un centro antiviolenza, che ti aiuterà a chiarirti le idee e ti farà sentire meno sola, evitando danni peggiori (come la violenza fisica, che comincia spesso con quella psicologica).

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui