È la seconda estate di pandemia e tra le figure più utili e innovative per la sicurezza, in tema di vacanze, c’è il supervisore Covid. «È una figura – spiega Massimo Zanon, direttore commerciale di Bluserena, tour operator con 13 strutture di proprietà o in gestione principalmente dislocate nel Sud e Centro Italia – che nei villaggi è deputato a far rispettare le regole sia da parte nostra che del cliente. Ha un ruolo importante, a stretto contatto con la direzione». Lo scorso anno Bluserena è stato il primo gruppo di vacanze in Italia a validare i protocolli anti Covid-19 con la certificazione Safe Guard di Bureau Veritas.

«Quest’anno i protocolli sono stati ulteriormente migliorati», prosegue Zanon. «Qualche esempio? Il tavolo in condivisione con gli ospiti adesso è riservato alla famiglia e la distanza tra uno e l’altro è di due metri. Anche il distanziamento minimo tra gli ombrelloni è aumentato». Farete particolari controlli o richiederete certificati? «Faremo i normali controlli all’arrivo e durante la settimana: non possiamo limitare troppo le persone, che comunque nel 2020 in generale si sono comportate bene».

Cambia l’osservatorio ma rimane il filtro, perché la sicurezza anche per TH Resorts, uno dei primi gruppi alberghieri in Italia, con 40 anni alle spalle di ospitalità, passa attraverso un “care manager Covid” che opera in ognuna delle 31 strutture amministrate, tra villaggi e hotel. Con il dovuto garbo, sovrintende al rispetto di tutti i parametri «evitando di trasformare la vacanza in un ospedale: ospitality, non hospital», sottolinea Stefano Simei, il direttore commerciale. «Lo scorso anno abbiamo chiuso la stagione con zero casi di Covid senza però snaturare servizio e accoglienza. Quest’anno come sarà? Siamo in attesa delle direttive della Conferenza delle Regioni. Abbiamo intanto digitalizzato l’ingresso negli alberghi, i buffet sono assistiti e con paratie in vetro, mascherine nei posti chiusi, distanziamenti in spiaggia e contingentamento in piscina, con prenotazioni tramite app estese agli sport consentiti. Non apriamo, inoltre, tutte le camere disponibili in modo da ridurre i rischi anche per il personale».

Previsioni per l’annata turistica? «Complicatissimo farle», risponde Zanon. «Ci aspettiamo comunque una stagione simile all’ultima, che partirà in ritardo ma con numeri interessanti». «La mia sensazione – conclude Simei – è che possa essere migliore. Dagli indicatori che abbiamo traspare l’esigenza di riprendersi la vita in mano. Una grande voglia di fare vacanza, se ci saranno le dovute condizioni, riappropriandosi della semplicità».

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui