Coop ha messo in produzione la bottiglia di acqua minerale a proprio marchio realizzata con il 100% di plastica riciclata. La si trova sugli scaffali a partire da metà giugno. Disponibile in un unico formato da un litro, sia naturale che frizzante, contiene acqua a marchio Coop oligominerale della sorgente di Monte Cimone (in provincia di Modena).

Solo da questo gennaio, per rispondere alla sua domanda, grazie alla Legge di Bilancio 2021 è stato possibile realizzare bottiglie e vaschette ad uso alimentare in Pet riciclato fino al 100%, mentre prima il limite era del 50%. Un modo più deciso per abbracciare i principi dell’ecomomia circolare voluti dall’Unione europea, realizzando prodotti che siano sempre più sostenibili.

Coop ha intrapreso questa strada da lungo tempo e l’ha rilanciata poi con l’adesione, tre anni fa, alla “Pledging Campaign” promossa proprio dalla Ue per l’implementazione del mercato della plastica riciclata: unica insegna della grande distribuzione italiana a farlo, Coop, fra le 70 imprese che nel 2018 hanno appunto aderito a questa iniziativa.

In particolare, proprio un prodotto di uso quotidiano come l’acqua imbottigliata è stata oggetto di particolare attenzione da parte di Coop nel tempo. Ricordo che già dal 2009 con la campagna “Acqua di casa mia” abbiamo promosso un uso più responsabile dell’acqua minerale, in particolare tenendo conto delle ricadute ambientali.

Allora Coop certificò una riduzione di emissioni di C02 ottenuta tramite sia la riduzione della grammatura delle bottiglie, sia l’aumento del numero di fonti di approvvigionamento sul territorio nazionale.
In occasione del Jova Beach Tour, nell’estate 2019 ha debuttato il formato Coop da 500 ml in plastica riciclata al 30%, poi seguito da tutte le altre referenze di acque sempre a marchio Coop.

Altra particolarità molto importante della nuova bottiglia, oltre alla composizione in plastica 100% riciclata, è il tappo che grazie alla sua conformazione resta ancorato al sigillo. Questa soluzione risulta pratica per il consumatore, in quanto la bottiglia può essere richiusa più volte senza il rischio di far cadere o perdere il tappo. In secondo luogo, dopo l’utilizzo si previene la dispersione e il tappo può entrare così nel medesimo circuito di riciclo della bottiglia, evitando di finire sulle spiagge e nei mari.

Questa soluzione anticipa le prescrizioni di legge della direttiva europea Sup (Single Use Plastics) sulle plastiche monouso. Tale direttiva impone, a partire da luglio 2024, che contenitore e capsula non debbano separarsi. Anche il fardello utilizzato, inoltre, è composto dal 50% di plastica riciclata.

Redazione

Redazione

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui