Ti devi immettere in autostrada ma c’è la coda: come fare? E si può percorrere la corsia d’emergenza fino all’uscita? Infine, come si circola su tre corsie? È corretto restare sempre in quella centrale? Ecco alcuni chiarimenti della Polizia Stradale per viaggiare nel rispetto del Codice e della sicurezza.

Entrare in autostrada con auto in coda. In questa situazione “limite” ci si può immettere sulla carreggiata autostradale solo se viene consentito dai conducenti dei mezzi già incolonnati nella corsia. Questo può implicare la necessità di fermarsi ed aspettare pazientemente di potersi immettere. L’importante è non sconfinare mai nella corsia di emergenza: quest’ultima, infatti, non può essere percorsa (le sanzioni previste vanno da multe pecuniarie alla sospensione della patente, nonché alla decurtazione di 10 punti).

Circolare su tre o quattro corsia . Vediamo innanzitutto quali sono le regole sulla circolazione nelle strade a due o più corsie, (Codice della Strada art. 143 comma 5): “Salvo diversa segnalazione, quando una carreggiata è a due o più corsie per senso di marcia, si deve percorrere la corsia più libera a destra; la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso.”
Perciò: se la corsia di destra è libera ma si continua la propria corsa su una delle altre due corsie, si è passibili di multa e di decurtazione di punti patente; se, invece, mentre si viaggia sulla corsia di destra ci si trova a superare i veicoli più lenti che occupano la corsia di sinistra, non si commette alcuna infrazione, tanto meno un sorpasso a destra. In merito, riportiamo quanto scrive la Polizia Stradale:
“La manovra di colui che prosegue la marcia sulla corsia di destra, nonostante la presenza di veicoli sulla corsia o sulle corsie di sinistra, non integra la manovra di sorpasso a destra, ma solo quella di superamento da destra che non è sanzionata.”. (FAQ, domanda 2094, in fondo alla pagina)

Uscire dall’autostrada con auto in coda. Secondo l’art. 176 del Codice della Strada, comma 4, si può uscire (e contribuire a liberare l’ingorgo) superando la fila tramite la corsia d’emergenza, a condizione che ci si trovi a meno di 500 metri dallo svincolo. Come saperlo? Basta riferirsi al cartello che indica l’uscita, sul quale è sempre indicata la distanza dall’uscita. Non si può sbagliare – né infrangere il Codice.

fonte: linear

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui