Dacci oggi il nostro veleno quotidiano

Che le nostre aree metropolitane siano diventate camere a gas è ormai più di un luogo comune: l’inquinamento atmosferico fatto di monossido e biossido di carbonio, ossidi di azoto, benzene e polveri sottili rende comunque irrespirabile l’aria e opaco il cielo, con conseguenze sanitarie che oggi possono essere valutate scientificamente.Gli …

Quattro stagioni, una pizza e il tempo che scorre

Quando vado in pizzeria chiedo spesso una “quattro stagioni”. È un nome che mi piace, e mi incuriosisce scoprire che cosa esso nasconda. Una ricetta “standard” infatti non esiste, anche se alcuni ingredienti sono più abituali di altri: il prosciutto crudo o cotto, i funghi secchi, i carciofini sott’olio, le …

L’Italia prima dell’Italia

Il turismo gastronomico è un’invenzione moderna ma ha antenati illustri, sia pure virtuali. Come il viaggio attraverso l’Italia proposto nel 1548 dall’erudito milanese Ortensio Lando, all’interno del suo Commentario delle più notabili e mostruose cose d’Italia e d’altri luoghi (dove «mostruose» sta, alla latina, per “mirabili”). Lando immagina di rivolgersi …

Condire l’insalata

Estate, voglia d’insalata. Un piatto solo apparentemente secondario, che in realtà occupa uno spazio importante nel sistema gastronomico. Cominciare il pasto con un’insalata, in molte tradizioni d’oltralpe è quasi un’ovvietà: da noi lo si è fatto per secoli e oggi sta tornando di moda. Spesso e volentieri, poi, l’insalata sostituisce …

L’uomo che sussurrava ai rifiuti

Rifiuti parlano. Dicono di noi: che cosa consumiamo, come cuciniamo, quanto sprechiamo e come viviamo. Dicono anche chi siamo. In senso anagrafico: nome e cognome. Basta saperli interrogare. Un grande specialista nell’ascoltare i rifiuti si chiama Dini Giovanelli, ha 61 anni e fa l’assessore all’ambiente nel comune di Castelnuovo Magra, …

Da morosi e virtuosi

La crisi aumenta le difficoltà economiche per molti cittadini. Si perde il lavoro e si entra in un circuito di affanno:  ad esempio con le bollette. Si comincia a pagarle un po’ dopo la scadenza, aspettando di avere i soldi, e le bollette successive aumentano per gli interessi sul ritardo. …

Referendum, tanti motivi per andare a votare Sì

Non sempre la volontà popolare è stata rispettata in questo paese, neanche quando si è espressa direttamente tramite i referendum abrogativi. Ma quanto sta accadendo in questa circostanza è paradossale, anche se, a ben vedere, ha una spiegazione molto convincente. Dopo i fatti di Fukushima la stragrande maggioranza degli italiani …

Quelli che… e la vittoria dei sì nei referendum

C’era molta paura per il possibile, ennesimo fallimento del quorum referendario. Gli italiani, stanchi di litigare e abulici, inebetiti da decenni di televisione commerciale e rammoliti culturalmente, incapaci di informarsi e scarsi lettori, non si sarebbero recati alle urne in massa, salvo poi ritornare in piazza solo a livello super-locale, …

La gazza ladra… e la peppola killer

Dobbiamo tornare su quella particolare supponenza del genere Homo in base al quale tutto il resto dei viventi sarebbe sulla Terra solo a uso e consumo degli uomini. Con tutto il rispetto per chi perde la vita, bisogna ribadire che non esiste alcuna inclinazione all’assassinio in natura e che nessuna …

Partita persa ]sul cambiamento climatico?

In Sardegna un colosso indiano delle energie rinnovabili (MBCEL) e la statunitense General Electric (in Italia per la prima volta) inauguravano il campo fotovoltaico serricolo più grande del mondo, proprio mentre a Durban si rischiava il fallimento completo della conferenza sul clima. Perché i segnali provenienti della lotta al cambiamento climatico sono oggi …