Una pillola… ma piena di esercizio fisico

“Se dentro ad una pillola si potesse mettere l’esercizio fisico, questo sarebbe il farmaco più potente e più prescritto”. Mi ha colpito favorevolmente questa fantasiosa sintesi che campeggiava sulla locandina di un Convegno di Medicina dello Sport, organizzato di recente a Cuneo. Inoltre, è l’occasione adatta per ricordare ai miei …

Malnutrizione per eccesso

Non credo molto ai sondaggi sulle abitudini alimentari perchè, anche quando il campione è selezionato correttamente, come non dubito sia avvenuto nel recente rapporto Coldiretti/Censis, non è possibile verificare la fedeltà delle risposte nè gli “arrotondamenti” elaborati, in buona fede, dagli intervistati. Con questa premessa, è strano che gli italiani …

Estate e diete. No a errori e improvvisazioni

In un Paese che vive alla giornata, con difficoltà di programmazione, non poteva fare eccezione neppure l’intervento medico-sociale contro l’epidemia di obesità. Un’armata brancaleone di improvvisati nutrizionisti (dal fai da te ai tanti, medici e non medici, che intravedono nell’obesità un sicuro business) è pronta a dispensare diete di tutti …

Dieta del sondino? Un’assurdità rischiosa

L’inconsistenza delle basi scientifiche su cui degli innovatori o degli abili mistificatori millantano l’ennesima dieta dimagrante “alla moda”, è una trappola incresciosa perché gli obesi e gli aspiranti tali (i sovrappeso) sono sempre alla ricerca di scorciatoie che aggirino qualsiasi limitazione enogastronomica o un sostanziale cambio di abitudini (cioè, un …

Quattro stagioni, una pizza e il tempo che scorre

Quando vado in pizzeria chiedo spesso una “quattro stagioni”. È un nome che mi piace, e mi incuriosisce scoprire che cosa esso nasconda. Una ricetta “standard” infatti non esiste, anche se alcuni ingredienti sono più abituali di altri: il prosciutto crudo o cotto, i funghi secchi, i carciofini sott’olio, le …

L’Italia prima dell’Italia

Il turismo gastronomico è un’invenzione moderna ma ha antenati illustri, sia pure virtuali. Come il viaggio attraverso l’Italia proposto nel 1548 dall’erudito milanese Ortensio Lando, all’interno del suo Commentario delle più notabili e mostruose cose d’Italia e d’altri luoghi (dove «mostruose» sta, alla latina, per “mirabili”). Lando immagina di rivolgersi …

Le donne e “Stiro amico”

Mettere insieme famiglia e lavoro, lo sanno molto bene le donne, è impresa logorante. Vita familiare e tempi di lavoro non sembrano fatti per stare insieme: come orari, incastri, compatibilità. A tenerli uniti è la fatica delle donne, il loro saper costruire ingegnose macchine sociali che comprimono il tempo, connettono …

L’uomo che sussurrava ai rifiuti

Rifiuti parlano. Dicono di noi: che cosa consumiamo, come cuciniamo, quanto sprechiamo e come viviamo. Dicono anche chi siamo. In senso anagrafico: nome e cognome. Basta saperli interrogare. Un grande specialista nell’ascoltare i rifiuti si chiama Dini Giovanelli, ha 61 anni e fa l’assessore all’ambiente nel comune di Castelnuovo Magra, …

Referendum, tanti motivi per andare a votare Sì

Non sempre la volontà popolare è stata rispettata in questo paese, neanche quando si è espressa direttamente tramite i referendum abrogativi. Ma quanto sta accadendo in questa circostanza è paradossale, anche se, a ben vedere, ha una spiegazione molto convincente. Dopo i fatti di Fukushima la stragrande maggioranza degli italiani …

Quelli che… e la vittoria dei sì nei referendum

C’era molta paura per il possibile, ennesimo fallimento del quorum referendario. Gli italiani, stanchi di litigare e abulici, inebetiti da decenni di televisione commerciale e rammoliti culturalmente, incapaci di informarsi e scarsi lettori, non si sarebbero recati alle urne in massa, salvo poi ritornare in piazza solo a livello super-locale, …