RUBRICA - Italiani brava gente

Grande Med in Italy

Avete presente il motto olimpico “Citius, Altius, Fortius”? Significa “Più veloce, più in alto, più forte!”. Ecco, cambiatelo in “Più efficienti, più ecologiche, più sostenibili” e avrete il senso di Solar Decathlon, la competizione internazionale per aggiudicarsi la palma di abitazione più ecologica del mondo. La prossima edizione si svolge nel 2012 a Madrid. Noi, lo sapete, siamo fissati col risparmio energetico e quindi potete immaginarvi come abbiamo preso la notizia che per la prima volta è stata ammessa alle finali spagnole una squadra italiana: mortaretti, petardi, sventolio di bandiere, trombe e vuvuzelas per l’italica compagine “MED in Italy”, dove MED sta per Mediterraneo. Il team azzurro è composto da docenti e studenti dell’Università di Roma3 con la partecipazione del Laboratorio di Disegno Industriale della Sapienza.
La gara è durissima, come un vero e proprio decathlon, la specialità che premia i Superman dell’atletica, campioni in grado di reggere dieci prove in due giorni massacranti. I nostri eroi si presentano con un progetto che dovrà essere realizzato realmente, non in scala o modellino, a Madrid. Non solo dovrà essere esposto ma dovrà essere vissuto, i nostri dovranno ospitare gli altri partecipanti per tre cene e la casa sarà testata in ogni aspetto.
Non essendo noi di parte, ma faziosi, vi diciamo subito che il nostro è un progetto straordinario: MED in Italy è una casa che produce sei volte l’energia che consuma, che può essere realizzata in due giorni e montata in otto, che è in grado di rispondere all’emergenza di un dopo-terremoto o ai problemi che ben conosciamo di un improvviso flusso di profughi in fuga da un conflitto. È una casa adatta soprattutto al caldo e come dice il nostro capitano, l’architetto Chiara Tonelli: “È sostanzialmente la prima volta che una casa bioclimatica viene progettata con maggiore attenzione all’isolamento dal caldo piuttosto che dal freddo. Noi mediterranei abbiamo una tradizione antichissima che abbiamo recuperato e reinterpretato. Così la nostra casa resterà fresca nelle ore più calde e si aprirà quando il sole cala”. Sarebbe perfetta per una struttura di turismo sostenibile, le pareti possono essere realizzate con materiali locali per adattarsi a tutti i paesaggi. Tutto è stato studiato nella casa per far sì che consumi un quarto di energia rispetto a una casa “normale”: dalla lavatrice che lava sotto i 43 gradi e mezzo alla lavastoviglie che non va oltre i 49.
E non pensate che siano case tristi e pauperiste, dentro ci deve essere tutto: da un televisore di minimo 21 pollici a un computer con uno schermo di almeno 17 pollici, l’illuminazione dev’essere ottima e abbondante così come il frigo che deve avere una capacità minima di 170 litri.
Le venti squadre in gara dovranno superare dieci durissime prove che riguardano: l’architettura, la capacità costruttiva, l’efficienza, il bilancio energetico, il comfort, la funzionalità, la comunicazione, la produzione e la fattibilità economica, l’innovazione e la sostenibilità. L’inglese Daley Thompson, il più grande decatleta di sempre, diceva degli avversari che per avere una medaglia d’oro olimpica avrebbero dovuto rubare la sua o cambiare specialità. Gli altri team sono avvisati: i nostri sono molto più determinati di Daley.

Massimo Cirri e Filippo Solibello

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui