Miele: il primo tra i super-food

Il miele è stato per migliaia di anni l’unico dolcificante disponibile: solo dopo il 1800 è iniziata la produzione industriale di zucchero. Poichè l’apprezzamento per il gusto dolce è innato nell’essere umano, possiamo immaginare che prima della rivoluzione industriale il suo rilievo nella nostra alimentazione fosse maggiore rispetto ad oggi. …

Porzioni “taglia forte” da non sottovalutare

In Italia quasi un bambino su tre è in sovrappeso oppure obeso. Tra i paesi europei è uno dei dati peggiori, il che impone una riflessione: come mai l’Italia, “culla” della dieta mediterranea, diventa ora “culla” dell’obesità infantile? Ciò che mangiamo è evidentemente cambiato. Si pensi al termine flexitariano, oggi …

Se la dieta la trovo nella app

Chi oggi non ha uno smartphone abitualmente con sé? Le potenzialità di raccolta dati e calcolo di questi strumenti sono notevoli e possono essere sfruttate non solo per la comunicazione, ma anche per la nostra salute. Esistono riviste scientifiche dedicate al tema e con una rilevanza notevole, come ad esempio …

Attenzione al cibo spazzatura

“Junk food” significa letteralmente “cibo spazzatura”, ed è un termine che non ha una sua definizione univocamente accettata: descrive alimenti di cui l’essere umano è decisamente goloso, ricchi di energia ma poveri di nutrienti, che dunque contribuiscono a quell’eccesso di calorie che rende sovrappeso e obesità così diffusi. Il junk …

La dieta ai tempi del coronavirus

La seconda ondata pandemica è in atto: è dunque possibile fare riflessioni su quanto avvenuto durante la prima ondata per cercare di migliorare i comportamenti, anche quello alimentare. Abbiamo avuto modo di descrivere l’importanza della dieta per il sistema immunitario, ma si aggiunge un dettaglio scoperto attraverso le ricerche del …

Anche gli anti-nutrienti servono

Alcuni alimenti contengono sostanze che limitano l’assorbimento di nutrienti importanti per la nostra salute, vengono quindi chiamati anti-nutrienti e la loro esistenza è stata studiata fin dagli anni 60 del secolo scorso. L’esempio più noto è quello dei fitati: essi riducono l’assorbimento di minerali utili come ferro, calcio, magnesio e …

L’uva fragola che nutre il microbiota

A settembre, periodo in cui l’uva è di stagione, osservo un fenomeno curioso: non è facile trovare l’uva fragola o americana. Incuriosito, chiedo ai fruttivendoli che mi rispondono: “non va, la gente chiede altre varietà”. I nostri comportamenti non sono casuali, dunque mi viene da indagare sulle motivazioni che spingono …

Scegliere “zero” ma non sempre

Uno dei pilastri della dietologia è la riduzione della densità energetica degli alimenti; essendo i grassi il più calorico tra i nutrienti, inevitabilmente si è storicamente puntato sulla riduzione dei grassi per lo sviluppo di prodotti “light”, oppure per ottimizzare il profilo di alimenti e ricette. Vi sono state interpretazioni …

Aperitivi e “apericene”, occhio alle trappole

Durante il periodo primaverile ed estivo si ha più voglia di uscire e condividere con gli amici il proprio tempo libero (a maggior ragione visti i mesi difficili da cui veniamo), e gli aperitivi possono essere un’occasione di incontro meno formale di una cena. Tuttavia, negli anni è radicalmente cambiata …

Ridurre il colesterolo con la dieta

In Italia una persona su quattro ha un livello di colesterolo nel sangue superiore a quello ottimale. I numeri continuano a evidenziare un aumento del rischio associato ai livelli di colesterolo “cattivo” (LDL) di avere malattie cardiovascolari, quali infarti o ictus. L’aumento del rischio è così evidente che molti gruppi …