Contro l’indifferenza, ogni giorno

Mi è sempre piaciuto osservare dagli interni la vita fuori dalle finestre e viceversa da fuori osservare, non vista, gli interni d’altri. Non “spiare”, no, piuttosto direi: perdermi nelle immagini che arrivano dal mondo esterno ed essere testimone. Lo fanno in tanti, e lo faceva anche la madre dei fratelli …

Dove sono finiti i bambini?

C‘è uno splendido, straziante film del regista di origine armena Atom Egoyan che si intitola “Il dolce domani”. È del 1997 ed è tratto da un altrettanto splendido e straziante romanzo di Russel Banks. In una cittadina dello stato di New York, la comunità subisce una tragedia inconcepibile: lo scuolabus …

C’è bisogno di scuola

“A chi crede nella necessità che l’immaginazione abbia il suo posto nell’educazione; a chi ha fiducia nella creatività infantile; a chi sa quale valore di liberazione possa avere la parola.” Gianni Rodari, La grammatica della fantasia, 1973 In un racconto della scrittrice americana Shirley Jackson, la signorina Helen Spencer, mite …

Siamo donne o pellicani?

In questi ultimi tre mesi ho cucinato due pasti al giorno – tralasciando l’organizzazione di una colazione e due merende, più svariati spuntini. Fate voi i conti, anzi no, vi aiuto: togliendo quell’unica pizza d’asporto e quelle due volte che il compagno ha collaborato alla cena – già impostata, beninteso …

Facciamo ripartire la cultura

«O Alcinoo potente, fra le tue genti illustre, certo è bello ascoltare un cantore com’è costui, che ha la voce simile a quella di un dio. Io dico che non esiste cosa più bella di quando regna la gioia tra il popolo e nella sala i convitati, seduti l’uno accanto …

Reale e virtuale

“Le ali senza Icaro volerebbero?” (Gunther Anders, “L’uomo è antiquato”, 1956) Si fa di necessità virtù, questo è un principio di saggezza popolare che possiamo applicare alle più svariate situazioni e mai come in queste settimane ci siamo resi conto della sua perenne attualità. In moltissimi casi, se siamo riusciti …

Una quarantena formato famiglia

La riorganizzazione dell’assetto familiare è una delle cose che ci hanno portato (in dono o come fardello lasciamo ai posteri l’ardua sentenza) queste settimane di quarantena. Sia nelle questioni pratiche – lavorare fuori casa o da casa, oppure non riuscire più a  lavorare, fare la spesa con una logica, mangiare, …

L’umanità e il virus

Per i microrganismi siamo prede perfette: incredibilmente numerosi, in molti casi indifesi (nelle nazioni povere) e troppo spesso arroganti (in Occidente). David Quammen Nel 1979 avevo nove anni e sullo schermo della tv di casa passavano le immagini perturbanti di un telefilm, capostipite di centinaia di serie e film catastrofici …

Un augurio di tranquillità

«Il perseguimento, anche delle migliori cose, dovrebbe essere calmo e tranquillo». (Cicerone) Ogni inizio d’anno coincide con una serie di riti che coinvolgono tutti, anche quelli che ai riti non ci credono e magari a Capodanno vanno a letto alle 22 e 30 perché festeggiare gli mette tristezza o perché …

Un Natale tra libri che sanno di casa

Dicembre è Natale e il Natale parla di ‘casa’. Quella nella quale si vive e quella alla quale magari si ritorna in occasione delle feste per raggiungere la famiglia lontana. Il piccolo Gesù, per tradizione nato la notte del 24 dicembre ha come sua prima casa un’umile stalla a Nazareth. …