Coop è oggi il principale venditore di ortofrutta sfusa: quasi 250 referenza a marchio e oltre 3mila non a marchio. Se parliamo però di ortofrutta confezionata, va sempre considerato con attenzione il sistema contenuto-contenitore: il packaging deve protegge il prodotto e garantirne le caratteristiche in termini di sicurezza, prolungarne la “vita utile” (riducendo così lo spreco) e fornire al contempo un buon servizio al consumatore. La pandemia ad esempio ha influenzato anche questi comportamenti di spesa, creando una maggiore propensione ad acquistare prodotti confezionati, anche nell’ortofrutta.

In generale, va detto che per Coop la plastica non è un materiale che è possibile o utile eliminare del tutto, ma certamente da limitare e utilizzare in un’ottica di economia circolare. Per garantire le caratteristiche positive delle confezioni ma ridurre l’impatto ambientale degli imballaggi di frutta e verdure confezionate, le vaschette utilizzate per l’ortofrutta a marchio Coop contengono già da tempo (settembre 2018) almeno l’80% di plastica riciclata. Inoltre, è stata ulteriormente incrementata la quantità di plastica non vergine delle cassette riutilizzabili, portando la percentuale dal 40% al 55% da fine 2019.

Invece i bollini sull’ortofrutta Coop – quei piccoli adesivi posti sulla parte esterna di frutta e verdura sfuse – sono una sorta di etichetta in miniatura che permette di identificare i prodotti a marchio Coop Origine. Segnalano dunque una gestione di filiera, con stringenti requisiti certificati da due enti terzi indipendenti per garantirne le caratteristiche (un esempio fra tutti: -70% residui di pesticidi nel prodotto finito, ma non solo).

Questi bollini (circa 50 milioni) che prima erano in “plastica tradizionale” oggi sono in materiale compostabile e possono essere raccolti nella pattumiera dell’organico, con le bucce. Inoltre, Coop si è prontamente adeguata alla normativa con i sacchetti compostabili per l’ortofrutta sfusa, che possono essere utilizzati e conferiti per la raccolta dell’umido (compresa l’etichetta). Alcuni negozi hanno anche sperimentato sacchetti riutilizzabili per capirne la possibile applicazione.
Puntando alla massima sostenibilità, tante altre azioni sono state implementate per prodotti come le carni o il pesce: oggi le vaschette delle referenze di pollo biologico vivi verde Coop sono in plastica riciclata per almeno il 50% e si sta lavorando per estendere questo requisito ad altre confezioni.
O ancora, da inizio 2020, i sacchetti del pane per la vendita self-service o pre-incarto multi materiali sono stati progressivamente sostituiti con sacchetti monomateriale (cellulosa).

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui