Frigorifero.jpg1) L’aglio
L’aglio non andrebbe mai tenuto in frigo: tende a diventare molle e gommoso. Può anche sviluppare muffe interne. Meglio conservarlo in dispensa o, se possibile, appenderlo in cucina, come usava un tempo e come è ancora valido oggi…

2) Le cipolle
Anche le cipolle, al pari dell’aglio, perdono croccantezza e sapore se conservate in frigo. Il luogo più adatto resta la dispensa, al riparo da luce e calore.

3) Le mele
Le mele non hanno bisogno di basse temperature per mantenersi, rappresentano forse il frutto che meglio si adatta alla temperatura dell’ambiente e, anche quando diventa un po’ “rugoso”, resta comunque buono. In frigo le mele perdono sapore, diventano farinose e poco croccanti; meglio, quindi, lasciarle fuori. Può andare bene anche una soffitta o un sottotetto, specie d’inverno.

4) Le banane
Le banane non andrebbero mai divise dal casco principale, a meno che non vogliate consumarle in giornata. Il frigo rende le banane nere e molli, senza che, però, maturino. Conservatele in un cesto, a temperatura ambiente.

5) Le patate
Le patate vanno conservate in un luogo fresco e asciutto, magari in un sacchetto di carta, evitando accuratamente il frigo e prestando attenzione a che non germoglino. È segno, infatti, che le patate sono ormai vecchie e poco saporite. Si possono ancora mangiare, eliminando ovviamente le parti germogliate, ma magari in preparazioni come vellutate o puré.

6) Il miele
Il freddo altera il gusto e la consistenza del miele, quindi evitate il frigo. Meglio la dispensa, al riparo da sbalzi di temperatura e fonti di calore.

8) Il pane
Il pane, sia scongelato che fresco, non va tenuto in frigo: l’umidità lo renderebbe molle e insapore. Conservatelo in contenitori a chiusura ermetica o in sacchetti per il congelatore: non occorre “occultarlo” nella dispensa, va benissimo un qualsiasi piano della cucina. Quello che rende il pane duro e poco appetitoso è l’aria, quindi chiudete sempre i contenitori di conservazione.

9) I pomodori
Il freddo interrompe la loro maturazione, rischiate di ritrovarvi con dei pomodori completamente privi di sapore. Meglio conservarli in una ciotola sulla dispensa, evitando la luce diretta del sole. Tranne che d’estate: in questo caso, se non si comumano entro un paio di giorni, meglio riporli nella parte bassa del frigorifero.

10) Il caffè
In chicchi o già macinato, il caffè è estremamente sensibile alle temperature, sia rigide che bollenti. Il freddo ne altera l’aroma, il caldo lo rende rancido e, oltretutto, il caffè assorbe gli odori circostanti. Tenetelo sempre in contenitori a chiusura ermetica, lontano da fonti di calore dirette.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui