Aspirina_Coop.jpgIn questi giorni è uscita una pagina pubblicitaria della Coop che chiede una reale liberalizzazione nel campo della vendita dei farmaci, in vista di un consiglio dei ministri in cui si discuterà sul tema.  Dello stesso tenore è la petizione lanciata da change.org – un canale di raccolta firme assai diffuso – che si può sottoscrivere qui.

“La parziale liberalizzazione del 2006 – si legge nel testo della petizione –  ha reso possibile l’apertura del mercato dei farmaci (fino ad allora esclusivamente nel circuito delle farmacie) limitatamente ai farmaci da banco (vendibili senza prescrizione medica).
Questa timida apertura ha determinato la nascita in Italia di 4000 parafarmacie e di 350 corner salute nella grande distribuzione consentendo l’accesso alla professione a circa 6000 farmacisti. Benefici anche di natura economica: gli sconti medi praticati rispetto alla rete delle farmacie si aggirano intorno al 20-30% senza contare che per effetto di una sana concorrenza anche i prezzi nelle farmacie su queste tipologie specifiche di farmaci hanno subito diminuzioni”. 

L’appello per la raccolta firme ricorda inoltre che il prossimo 20 febbraio approderà al consiglio dei ministri il DDL Concorrenza redatto dal Ministero dello Sviluppo Economico che contempla al suo interno norme specifiche volte a continuare il processo di liberalizzazione estendendo tra l’altro la vendita al di fuori delle farmacie ai farmaci di fascia C (ovvero farmaci prescritti da ricetta medica ma interamente a carico del cittadino).

“Un’eventuale estensione ai farmacisti che vi lavorano  – conclude il testo su change.org – di dispensare più farmaci con uguale serietà, professionalità e attenzione al servizio, consentirà di applicare alla fascia C dei farmaci lo sconto medio oggi praticato sui farmaci da banco stimando nel medio-lungo termine, grazie anche agli effetti emulativi imposti dalla concorrenza, un risparmio per il consumatore di oltre 700 milioni di euro”. 

febbraio 2015

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui