Le microalghe, note anche come fitoplancton, sono alimenti salutari e una fonte di proteine più sostenibile rispetto ad altre, come il bestiame. Si tratta di minuscoli microrganismi vegetali che vivono in vari ambienti acquatici, dove costituiscono la base della maggior parte delle catene alimentari. Sono costituite da un’unica cellula o da un piccolo numero di cellule riunite in una struttura molto semplice, che può crescere rapidamente e moltiplicarsi in una grande biomassa ricca di sostanze nutritive. Presentano forme e colori diversi e possono essere utilizzate in molti modi: dagli alimenti ai mangimi, dai cosmetici alla produzione di biocarburanti. Tra le specie di microalghe più note troviamo la spirulina e la clorella, molto utilizzate negli integratori alimentari. Oltre ad avere un alto contenuto proteico, contengono anche nutrienti preziosi come composti fenolici, vitamine e minerali.

In Europa l’uso delle microalghe come alimento è ancora piuttosto raro: cercare di realizzare nuovi cibi, con proprietà nutrizionali migliori, senza compromettere gusto e consistenza, è una sfida complessa.

Il progetto ProFuture (www.pro-future.eu), avviato a fine 2019 e finanziato dall’Unione Europea, ha proprio l’obiettivo di aumentare la produzione di microalghe e preparare il mercato a questo ingrediente, realizzando prodotti alimentari e mangimi innovativi e sostenibili. Ne fanno parte 31 organizzazioni europee che si occupano di ricerca, creazione di prodotti, valutazioni ambientali, studi sui consumatori, aspetti legali e comunicazione. Coop è uno dei partner e partecipa attivamente alle prove con consumatori, per valutare il gradimento dei nuovi prodotti e disseminare le informazioni relative al progetto.

Tra gli alimenti attualmente in fase di sviluppo troviamo ad esempio il pane arricchito di microalghe: l’aggiunta di spirulina in polvere all’impasto lo rende più ricco di sostanze nutritive, più piccolo e leggero del pane normale e gli dona delle tonalità verdi. Anche le creme vegetali arricchite con microalghe apportano un elevato contenuto proteico. Si stanno studiando poi snack con microalghe, come muffin, grissini e cracker, con l’obiettivo di ottenere sia un contenuto proteico più elevato, sia migliori proprietà antiossidanti rispetto alle alternative convenzionali.

L’Europa punta, ora, a rendere la coltivazione delle microalghe più efficiente, sostenibile e conveniente; a migliorare la produzione di ingredienti ricchi in proteine a partire dalle biomasse delle microalghe; a creare alimenti e mangimi nutrienti e gustosi utilizzandole; ad aumentare la produzione e favorire il lancio sul mercato di alimenti e mangimi a base di questi minuscoli “amici” verdi.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui