1/3 ANNI È l’età della scoperta del mondo, della reazione causa effetto e della coordinazione occhio mano. Il giocattolo è uno strumento per conoscere con colori, suoni, immagini. Giochi tecnologici a questa età? Meglio non sottoporre il bimbo a schermi prima dei 2 anni raccomandano i pediatri.

4/6 ANNI Èil momento di introdurre il gioco educativo per imparare e conoscere. Fonetica, matematica, logica…Inizia il gioco di ruolo in cui si immagina di essere poliziotto, mamma ecc. Ogni oggetto può diventare un ponte di fantasia.

7/10 ANNI Si sviluppano hobby e interessi, è il momento dei giochi creativi e dei primi giochi tecnologici complessi dove si introducono concetti di coding e di programmazione. Il giocattolo serve a mettersi alla prova e acquisire competenze.

11 ANNI IN SU Il gioco diventa una scelta autonoma, un modo per esprimersi e per lasciare un primo segno nel mondo. Questo attraverso giochi che mettono il bambino in relazione con i coetanei e/o gli permettono di sviluppare abilità.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *