Il 2018 si classifica, fino ad ora, l’anno più caldo di sempre in Europa, dove le temperature sono risultate superiori di 1,86 gradi alla media storica (1910-2000). È quanto emerge dai dati del National Climatic Data Centre (Noaa), sui primi nove mesi dell’anno, dai quali si evidenzia peraltro che il 2018 si colloca al quarto posto tra gli anni più bollenti a livello mondiale, facendo registrare una temperatura media sulla superficie della Terra e degli oceani, superiore di 0,77 gradi rispetto alla media del ventesimo secolo.

Questo record ha battuto il precedente segnato nel 2014, dove le temperature sono risultate superiori di 0,13 gradi rispetto alla media storica. La tendenza al surriscaldamento è evidente anche in Italia dove non si sono mai registrate temperature così elevate dal 1800 con valori superiori di 1,53 gradi la media storica. Al 30 settembre di quest’anno, infatti, il 2018 risulta essere anche l’anno più bollente per l’Italia dal 1800, quando sono iniziate le rilevazioni, con una temperatura superiore di 1,53 gradi rispetto alla media, secondo i dati Isac-Cnr, relativi alle temperature registrate nella penisola nei primi nove mesi dell’anno.

Redazione

Redazione

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *