Come aiutare l’ambiente anche in città? Anche foavorendo l’insediamento dei passeracei, attraverso nidi artificiali. Il modello più classico è a forma di fungo e in fibra intrecciata, ma c’è anche la casetta per uccelli che ricorda una capanna del neolitico o quella con il tetto spiovente, a fascine di paglia. Un assortimento vario per soluzioni decorative che, con pochi euro di spesa, favoriscono l’insediamento dei di questi volatili, sempre più rari nelle nostre città.

Ai fini del ripopolamento delle specie, ma anche della lotta al cambiamento climatico, anche piantare nuovi alberi e arbusti è una scelta caldeggiata dagli esperti. Privilegiando alberi sempreverdi e a crescita rapida perché sono in grado di immagazzinare maggiori quantitativi di CO2. Ecco alcuni suggerimenti: acacia o mimosa (negli ambienti temperati), acero riccio (per il colore autunnale, anche in città), paulownia (dai meravigliosi fiori viola), quercia rossa (la più veloce tra le querce), tiglio (profumato e poco esigente), oleandro (nelle zone più calde), gelso (per i suoi succulenti frutti), ciliegio giapponese (ornamentale, non richiede molto spazio). Ma a crescere più in fretta di tutti, oltre 60 cm in un solo giorno, è il bambù. Il paradosso è che proprio l’innalzamento delle temperature aiuta la diffusione di questa pianta originaria dell’Asia che ha bisogno di estati torride e inverni miti, con un’esposizione al sole costante per almeno 8 ore al giorno.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui