Sono una nonna, prima di ogni altra cosa: sono una nonna dei miei nipoti adorati. Oggi in particolare mi rivolgo a tutti come dei nonni ideali: tutti noi raccontiamo la nostra storia. La nostra è una vita di esperienza, un insegnamento, una salvaguardia per il futuro. Non tutti i nonni hanno avuto un’infanzia felice. Molti hanno attraversato la guerra, sacrifici, lutti.

Alcuni hanno avuto un’infanzia felice, sono stati amati, benvoluti.

Altri no: per altri a volte la vita ha riservato dei momenti tragici. Ma bisogna essere forti, bisogna tramandare ai nostri nipoti una storia di forza, di speranza, mai di odio, mai di violenza. Bisogna dare loro una visione d’amore che noi proviamo per loro e che loro proveranno un giorno per i loro figli e nipoti.

Anche quando si diventa così vecchi, ognuno di noi resta un po’ quel bambino che è stato, amato, voluto o infelice, messo da parte. Io sono stata amata moltissimo in famiglia, ma sono stata esclusa dalla società del tempo, quando vivevo a Milano.

Per la colpa di essere nata ebrea, sono stata espulsa dalla scuola. Quella parola “espulsa”, che risuonava allora gravissima, mi ha segnato per sempre. La prima espulsione mi ha fatto capire l’indifferenza di quelli intorno a me che non notavano che non andavo più a scuola. Messa da parte, non più invitata, ne ho risentito e ne risento anche oggi.

Poi è arrivato un periodo di grande tristezza, fatica e violenza verso la diversità. Sono stata perseguitata per questo. È iniziata tutta quella triste storia che è stato il seguito delle leggi razziali e dell’odio, la deportazione di tanti cittadini italiani di religione ebraica.

Tra i sommersi e i salvati, è stata una grande fatica decidere e cercare di farcela, cercare di salvarsi comunque da quell’odio, da quella violenza. In un solo modo ci si può riuscire: tornando ad amare, ad essere amati. Questa per fortuna è stata la mia storia: quella di una donna che, dopo tanti dolori, lutti ed esclusioni, ha trovato la grande salvezza nell’amore. Che ha potuto diventare mamma e poi nonna e soprattutto una donna libera, una donna di pace, come sono ancora oggi.

Redazione

Redazione

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui