Mozzarelle_Coop.jpgLa Mozzarella Vivi Verde Coop è prodotta con latte vaccino ottenuto secondo i metodi dell’agricoltura biologica da allevamenti italiani. Il latte deve superare controlli specifici per poter entrare nel processo produttivo. Latte, fermenti lattici vivi, caglio e sale, pochi ingredienti, e la mozzarella viene filata ed è pronta per il confezionamento.

Le caratteristiche del latte e i controlli microbiologici e chimici da eseguire durante tutte le fasi del processo produttivo, dalla materia prima al prodotto finito, sono definiti da capitolati sottoscritti dagli allevatori e dal fornitore. Coop Italia, il consorzio nazionale delle cooperative che gestisce il marchio Coop, effettua poi delle visite in stabilimento per verificarne il rispetto.

Un ente di certificazione preposto per la verifica del rispetto della normativa sui prodotti biologici valuta tutta la filiera produttiva dagli allevamenti ai mangimi, sino all’applicazione delle procedure per la gestione dei prodotti biologici in stabilimento, e accerta che non ci siano residui di fitofarmaci o che non siano usate materie prime Ogm, controlli che anche Coop Italia effettua in maniera autonoma.

Per una maggiore sicurezza Coop ha predisposto una linea guida per la gestione dei prodotti biologici destinata ai propri fornitori e ha deciso di far eseguire altri controlli presso gli stabilimenti produttivi anche da un altro ente di certificazione CCPB accreditato dal Ministero.

Super controlli alla bufala. La mozzarella di bufala Dop Coop Fiorfiore proviene da due aziende selezionate del casertano che si approvvigionano da quattro diversi allevamenti di bufale, due di Salerno, uno di Latina e uno del casertano. Per questo tipo di mozzarella Coop esegue direttamente rigidi controlli per evitare i rischi che hanno portato la mozzarella di bufala tristemente alla ribalta delle cronache negli ultimi anni: brucellosi, contaminazione da diossina e contraffazione con aggiunte illecite di latte vaccino. I controlli vengono effettuati nei mangimifici, negli allevamenti e nei caseifici.

Le mozzarelle di bufala Dop Coop uniscono i requisiti richiesti dal disciplinare specifico della Dop alle peculiarità della filiera Qualità sicura Coop. Coop ha previsto la certificazione da parte anche di altri due enti (BV e CSQA) che garantiscono la provenienza del latte da bufale alimentate con mangimi privi di Ogm e senza proteine e grassi animali. Le aziende coinvolte devono sottoscrivere rigorosi capitolati o disciplinari di fornitura e la Coop controlla che vengano rispettati.

Per prevenire la possibile contaminazione ambientale da diossine la Coop ha attuato una politica di scelta di allevamenti in zone non a rischio, mangimi provenienti da aziende non situate in Campania con integrazione di mais prodotti direttamente in azienda, controlli sulle acque usate per abbeverare gli animali e un piano analitico di monitoraggio su diossine e Pcb, effettuato sia da Coop sia dal caseificio. I caseifici, inoltre, lavorano solo con latte di bufala così è evitato il rischio di miscelazione del latte di bufala con quello vaccino.

 

 

 

 

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui