Oggi tutte le capsule da caffè della linea Fior fiore Coop sono compostabili. La prima fu, nel 2016, la Tintoretto, che oggi è affiancata da Botticelli, Giotto, Michelangelo, Caravaggio, Tiziano, Leonardo, Raffaello (dove ciascuna di queste denominazione è espressione di una raffinata combinazione di miscele e sapori in grado di soddisfare i gusti più diversi degli appassionati di caffè).

A questo risultato si è giunti perché Coop è da sempre fortemente impegnata sul versante della sostenibilità ambientale. La politica ambientale di Coop si sviluppa in tutti i possibili ambiti d’intervento lungo la filiera produttiva: nelle tecniche di produzione agricola, nei prodotti, negli stabilimenti di produzione, negli imballaggi, nei trasporti, nei magazzini e punti di vendita, nelle promozioni dei prodotti verdi, nell’informazione ai soci e consumatori.

Uno degli ambiti di maggiore intervento è rappresentato dal Prodotto a Marchio, ed essendo il contenitore una parte integrante del prodotto risponde a pieno alle politiche di sostenibilità al pari del contenuto. Il packaging infatti, declinato nelle sue fasi di produzione e di smaltimento, genera un impatto sull’ambiente sul quale Coop vuole giocare un ruolo attivo ed innovativo.

Il processo di cui parliamo è iniziato nel 2012 con l’introduzione delle capsule separabili nelle varie componenti (ciascuno dei quali, preso singolarmente, riciclabile) e poi con un grosso balzo in avanti nel 2016 con la prima capsula compostabile ora esteso a tutta la gamma.

La considerazione iniziale fu proprio che la preparazione di una tazza di caffè espresso tramite un sistema di capsule monodose risultasse ambientalmente più impattante di quella tramite moka, per contributo non solo della fase di erogazione, ma anche di quello dell’imballaggio nonché del mancato recupero del caffè nell’organico. 

Le capsule caffè Fior fiore Coop nello sviluppo di questo approccio sono ora disponibili in materiale compostabile che permette, una volta fatto il caffè, di buttare la capsula (senza separarne le varie parti) direttamente nei rifiuti organici (secondo le modalità di conferimento definite dal suo Comune o dal gestore locale del servizio di raccolta).

Ricordiamo che le capsule Fior fiore fanno parte di un sistema dedicato ed esclusivo che comprende macchina per caffè e i diversi tipi di miscele citati all’inizio per il piacere di un buon caffè espresso.

Oggi le capsule sono tutte realizzate in  Mater-Bi ® , una bio-plastica che utilizza componenti vegetali, come l’amido di mais, e polimeri biodegradabili ottenuti sia da materie prime di origine rinnovabile, sia da materie prime di origine fossile.

12 Commenti

  1. Buongiorno.
    Con le nuove capsule compostabili, riscontro il seguente problema, ovvero l’acqua non filtra attraverso la capsula ma fuoriesce all’esterno dall’erogatore. Ovviamente il caffè non fuoriesce. Inoltre, spesso accade che la pressione dall’acqua faccia sbloccare l’erogatore incastrato facendo schizzare fuori l’acqua calda.
    Si chiede pertanto delucidazioni in merito
    Grazie

  2. Salve, abbiamo riscontrato il seguente problema sulle nuove capsule compostabili; in pratica dopo che è partita l’erogazione del caffè, dopo circa 5 secondi smette l’erogazione stessa. Controllando la capsula risulta essere aperta come se fosse stata tagliata, non è che non supportano il calore dell’acqua ? Oppure siamo incappati in una partita difettosa ?
    Grazie

    Saluti

    Marco Bertaccini

  3. Buongiorno, ho acquistato la macchina proprio per le capsule compostabili. Ieri, però, una volta a casa, ho visto che le capsule da me acquistate ieri non sono quelle compostabili (capsule Leonardo). Ho guardato la data di scadenza ed è la stessa delle capsule Tintoretto, che invece ho acquistato compostabili. Vorrei sapere se è previsto che vengano prodotte entrambe le tipologie di capsule oppure se ci sono sempre state entrambe le versioni e semplicemente mi sono sempre capitate quelle compostabili.
    Grazie.

    • RISPONDE LA REDAZIONE
      Inserito da Redazione il 7 agosto, 2019 at 12:37 pm — Rispondi

      Ciao, fino a poco tempo fa venivano prodotte entrambe le tipologie di capsule, d’ora in avanti ci saranno solo quelle compostabili.

  4. La macchina per caffè fiorfiore Coop si è rotta dopo poco tempo che abbiamo iniziato ad utilizzare le cialde compostabili. Con quelle tipo vecchio non ci sono mai stati problemi e la manutenzione della macchina veniva fatta regolarmente

    • RISPONDE LA REDAZIONE
      Inserito da Redazione il 2 luglio, 2019 at 11:22 am — Rispondi

      Ciao Andrea, ci dispiace! Quanti anni aveva la vostra macchina? E in che senso si è rotta, cioè, quale parte ha smesso di funzionare?

  5. Sulle confezioni di queste capsule si trova la scritta “NON GETTARE NEI SISTEMI DI COMPOSTAGGIO DOMESTICO.
    La capsula monodose deve essere smaltita con compostaggio industriale”
    Potreste spiegare meglio? Possiamo gettare le capsule con il rifiuto organico della cucina?

    • RISPONDE LA REDAZIONE
      Inserito da Redazione il 30 maggio, 2019 at 1:11 pm — Rispondi

      Ciao Stefania, semplicemente non puoi utilizzarle per fare il compost domestico, mentre puoi gettarle nei normali cassonetti cittadini assieme ai rifiuti di cucina.

  6. Non so se sono le cialde compostabili o se è la macchina del caffè, ma dopo neanche un anno che l’ho acquistata, ogni volta che faccio un caffè la macchina perde acqua da sotto e non esce più dal beccuccio

    • RISPONDE LA REDAZIONE
      Inserito da Redazione il 20 maggio, 2019 at 8:04 am — Rispondi

      Ciao Ezio, hai provato a fare un trattamento anticalcare?

  7. queste capsule sono compatibili con macchine da caffe nespresso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *