Un bene comune a miliardi di persone che non sanno spartirselo e, anzi, ne sprecano enormi quantità: la rivista Lancet ha stimato solo per il Covid una crescita dei consumi del 30-40%.

È l’acqua, di cui il 22 marzo si celebra la Giornata mondiale istituita dall’Onu all’interno di Agenda 21. L’obiettivo è sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica sull’importanza di ridurre gli sprechi e di assumere comportamenti che mitighino i cambiamenti climatici. Quest’anno la ricorrenza coincide con l’entrata in vigore, da gennaio, della direttiva europea sull’acqua potabile che mira a offire acqua del rubinetto di alta qualità in tutta l’Unione europea. È la prima direttiva adottata su iniziativa dei cittadini Ue che nove anni fa lanciarono “Right2Water” raccogliendo 1.600.ooo firme al grido di “Acqua potabile e servizi igienico-sanitari: un diritto umano universale! L’acqua è un bene comune, non una merce!”. L’atto europeo avrà ricadute anche sulla riduzione delle bottiglie di plastica nell’ambiente, un tema su cui Coop è all’avanguardia in Europa. L’attenzione alla sostenibilità prosegue, intanto, con tante iniziative Coop tra cui “Le nostre acque“, che ha già visto posizionare in mare 12 dei 25 “Seabin” previsti. Questi cestini mangia-plastica hanno consentito finora di raccogliere circa 2.400 chili di rifiuti galleggianti, equivalenti al peso di 480.000 sacchetti di plastica. La campagna, d’intesa con LifeGate, ripartirà in primavera.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui