In questo periodo si possono mangiare ancora al loro meglio finocchi, cavoli, verze, puntarelle, broccoli, cavoli, carciofi.

Possiamo aggiungere i vari radicchi trevigiani e non, la barbabietola, diversi tipi di lattughe, porri, spinaci, zucche.

Cavoli, broccoli e altri vegetali appartenenti alla famiglia delle Crocifere sono rinomati per le loro proprietà di ridurre il rischio di tumori; tuttavia lessare queste verdure potrebbe compromettere le loro proprietà e virtù benefiche. La lessatura è risultata il metodo di cottura con i maggiori effetti negativi sulle proprietà dei cavoli e dei broccoli: dopo mezz’ora di bollitura i broccoli perdono il 77% delle loro proprietà benefiche mentre per i cavoli la percentuale si aggira intorno al 65%. Al contrario la cottura al microonde e la cottura al vapore non hanno segnalato perdite significative.

Per quanto riguarda la frutta, la stagione degli agrumi continua. aArance, mandarini, mandaranci, clementine, cedri, pompelmi e limoni stanno per lasciarci, ma sono ancora buonissimi. Anche kiwi, mele e pere sono ancora di stagione, il nostro corpo non ha ancora bisogno di frutta più acquosa o zuccherina, tipica dei periodi più caldi.

E se cercate il frutto esotico, vanno benissimo ovviamente ananas e banane (purchè Solidal Coop!)

 La spesa ittica di marzo prevede alici e sardine, merluzzi, sogliole e tonno.

redazione

redazione

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *