Quindici date tra il 6 luglio (a Lignano Sabbiadoro) e il 24 agosto (a Plan de Corones), girovagando per tante altre mete lungo la penisola: è il Jova Beach party, il grande progetto estivo con cui Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti proporrà la sua musica e molto altro. Un villaggio globale, di cui anche Coop sarà protagonista con un suo stand, che parlerà di ambiente, di sostenibilità e tanto altro. Ecco cosa lo stesso Jovanotti, ci ha raccontato.

Partiamo dall’idea: da dove viene l’ispirazione per un evento come questo? o dell’arte in questo campo? È una visione che ho maturato lungo gli oltre 35 anni di musica e di performance live, partendo dalla consolle per arrivare fino all’ultimo tour. Già durante gli ultimi show si rafforzava in me il bisogno di tenere insieme diversi linguaggi in un format unico che risultasse fluido. Allo stesso tempo sentivo che poteva esserci qualcosa in più, di diverso e di più eccitante ancora.

Da qui la scelta di mettere l’ambiente al centro. Nei contenuti, ma anche nell’organizzazione? Nella prima riunione che ho fatto, quando ho proposto al mio staff quello che sarebbe diventato il “Jova Beach party”, ho detto subito che il presupposto era trovare un partner che ci supportasse nel rispetto all’ambiente. E sono molto contento di aver trovato nel Wwf il nostro partner. Per me l’attenzione all’ambiente è un tema fondamentale e il tour rappresenta la sfida per coinvolgere più persone possibile in una nuova idea di mondo, di stile di vita, perfino di economia.

E Jovanotti come si rapporta alla tematica ambientale nel quotidiano? Non sono un integralista, mi piacciono le moto e la tecnologia, ma mi piace soprattutto l’idea che lo sviluppo e il progresso non debbano e non possano fare a meno di andare verso la sostenibilità. Ci vorrà tempo, ma è un processo irreversibile.

Dal “Jova Beach party” cosa dobbiamo aspettarci? Saremo una città che viaggia, tutto quello che stiamo mettendo in piedi verrà fatto per l’esistenza effimera di un piacere immenso, che è quello di stare insieme una giornata. Racconteremo un aspetto bello di noi e dell’Italia, che non è, come spesso si pensa, solo un paese bloccato e incapace di pensarsi vivo e in grado di rinascere, ma è anche e spesso l’esatto contrario.

Perché la spiaggia? È l’evoluzione dello stadio pieno di Ciao MammaPerché in spiaggia si possono fare tante cose: ci si può far seppellire sotto la sabbia, si può flirtare, si può scrivere frasi che il mare cancella e fare sculture di sabbia, fare il bagno – e le faremo tutte – ma soprattutto si può ballare. Ed è quello che faremo, con un obiettivo: lasciare la spiaggia meglio di come l’abbiamo trovata.

Ballare ma anche pensare, no?  Una canzone non può essere “complicata” ma può affrontare un tema “complesso” con semplicità e quando ci si riesce è il massimo. Al pubblico arriva lo spirito e lo spirito è importante su tante tematiche oggi attualissime.

Passato, presente, futuro di Lorenzo Jova Cherubini, cosa è cambiato? Tutto, è cambiato tutto, proprio tutto, non c’è nessun aspetto che non sia cambiato, tranne la mia passione, che è la stessa, anzi è cresciuta ed è oggi più forte che mai.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui