Ragazzo.jpgAncora un record non proprio invidiabile per l’Italia: in ambito Ue e’ il Paese che ha la quota maggiore – il 12,1% della forza lavoro complessiva – di cosiddetti ‘sfiduciati’, ovvero persone che potrebbero lavorare ma per motivi vari non cercano un’occupazione. Lo ha reso noto Eurostat su dati 2012. Nella fascia di eta’ che va dai 15 ai 74 anni, gli italiani ‘parcheggiati’ sono 2,9 milioni, ovvero la meta’ dei sei milioni registrati da Eurostat come forza lavoro potenziale nell’insieme dei 17 Paesi dell’eurozona.
L’Ufficio di statistica europeo ha pubblicato i dati sugli ‘sfiduciati’ italiani nell’ambito del rapporto dedicato a quel segmento del mercato del lavoro costituito dalle persone con occupazione part-time che vorrebbero poter essere impiegate nelle loro mansioni per un maggior numero di ore. Un fenomeno, sottolinea Eurostat, in continua crescita negli ultimi anni: da una quota del 18,5% nel 2008, quanti vogliono lavorare di piu’ sono diventati nel 2012 il 21,4% (pari a 9,2 milioni) del totale degli occupati a tempo parziale (43 milioni). In Italia i lavoratori part-time rappresentano il 17% degli occupati (19,9 la media Ue) e la quota di chi vorrebbe lavorare di piu’ si e’ attestata lo scorso anno al 15,6%, pari a 605 mila lavoratori.
L’Italia primeggia invece per un altro aspetto preso in esame da Eurostat nel suo rapporto sul 2012, quello che analizza la forza lavoro potenziale addizionale, una realta’ a cui appartengono, nell’insieme dei 27 Paesi Ue, circa 11 milioni di persone di eta’ compresa tra i 15 e i 75 anni. Di questi, 8,8 milioni rientrano nella categoria dei cosiddetti ‘sfiduciati’, cioe’ quelli che potrebbero lavorare ma non cercano un’occupazione (sono sei milioni nell’area dell’euro), mentre 2,3 vorrebbero trovare un lavoro ma al momento, per motivi vari, non sono disponibili.

23 aprile 2013

fonte: ansa

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui