Luce_gas.jpgIl primo passo per ridurre la spesa energetica e dare un sostegno all’ambiente è acquistare un elettrodomestico a basso consumo sì, ma anche con dimensioni rapportate ai nostri reali fabbisogni. Ricordando che frigo, lavatrice e asciugatrice, specie se di grandi dimensioni, sono i  maggiori indiziati tra gli elettrodomestici cosiddetti “bianchi”. Nell’attuale sistema di etichettatura europeo (che tra l’altro potrebbe cambiare di nuovo nel senso della semplificazione) – e che è obbligatorio per questa categoria di apparecchi – una lavatrice di classe A è energivora fino al doppio di una A++, lo stesso dicasi per una A+++ nei confronti di una A+. Un’altra informazione decisiva è il consumo annuo espresso in kWh. Sempre davanti a una lavatrice, occhio anche alle classi di efficacia del lavaggio e dell’asciugatura, nei climatizzatori ad altri parametri specifici come l’indice di efficienza energetica in raffreddamento (EER) e in riscaldamento (COP). Nella valutazione di uno split privilegiate la tecnologia inverter che consuma fino al 30% in meno, mentre parlando di frigoriferi tenete conto che lo sbrinamento automatico oltre a migliorare le performance garantisce un minor spreco. Phon, ferro da stiro e forno elettrico sono molto “caldi” sul fronte bolletta, per fortuna il loro utilizzo è più sporadico.

Agli elettrodomestici “bianchi” si aggiungono poi quelli “bruni” (dalla tv a tutti gli altri apparecchi elettronici) per i quali l’etichettatura non è obbligatoria. Tuttavia cominciano a farsi sentire alla voce spese. Il televisore in particolare è la maglia nera secondo una classifica ripresa dal Sole24Ore. Più è grande e più divora energia a parità di tecnologia (ma un Lcd in questo senso è meglio di un plasma). L’elenco prosegue con l’home theatre e con il decoder che, pochi lo sanno, assorbe più di un frigo da 400 litri essendo sempre in funzione in collegamento all’antenna. E qui subentra il discorso delle lucine degli stand-by: andrebbero spente com’è noto con il tasto dietro o con il pulsante delle ciabatte multiple, comprese quelle del modem. In caso contrario nelle mega tv e negli impianti audio-video bruciano fino al 40% del totale consumato dal dispositivo acceso.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui