zucca_funghi_castagne.jpgProprio mentre ci accingiamo a scrivere, ha aperto i battenti un nuovo ristorante a Bologna, che punta tutto su prodotti biologici e su materie prime di intoccabile qualità per la realizzazione di piatti nutrizionalmente equilibrati. Lo diciamo senza timore di smentita, perché conosciamo Matteo Aloe, lo chef e sappiamo come lavora. Il suo altro locale (a Castel Maggiore, frazione di Bologna) ha aperto la strada a un nuovo modo di pensare e realizzare la pizza: livieti madre super selezionati, fermentazioni naturali lunghissime (fino a 48 ore), utilizzo di farro, enkir, kamut.
Il menu che propone Matteo Aloe ai lettori è un menu autunnale e vegetariano. E, non da poco, di facilissima realizzazione.

Il primo/1
Vellutata di zucca con funghi porcini
Ingredienti per 4 persone: 400 g di zucca mantovana (inizia il suo periodo), 2 bei porcini (lo chef consiglia quelli di Borgotaro, ma vanno bene naturalmente anche altri, purché di qualità), poi sale, prezzemolo qb, olio qb
Procedimento: La zucca va cotta a vapore e poi frullata con un filo d’olio e un po’ di acqua. Aggiungere un pizzico di sale per aggiustare di sapore. A questo punto andranno puliti i funghi porcini (lo ricordiamo, il metodo migliore è senza l’ausilio dell’acqua. Al suo posto, o un coltellino o un panno leggermente bagnato) e tagliati a metà. Disporre infine in un piatto fondo la zucca frullata calda e metà porcino per ogni porzione. Condire con olio, sale e prezzemolo.

Il primo/2
Pasta e fagioli con cipolla in agrodolce
Ingredienti per 4 persone: 200 g di pasta mista, 200 g di fagioli borlotti, 100 g di pomodoro pelato, olio qb, sale qb, 1 foglia alloro, 1 cipolla di Medicina, 1 dl di aceto, 20g di zucchero
Procedimento: Si comincia tagliando la cipolla a fette sottili che poi vanno messe a bagno in acqua per un’oretta (per ingentilirla). Scolarla, farla sudare in padella, aggiungere lo zucchero, sfumare con l’aceto, coprire con l’acqua e cuocere fino a farla evaporare. Bollire a parte i fagioli. Scolarli e farli cuocere ancora per un’oretta insieme al pomodoro e all’alloro. Aggiustare di sale, frullare e passare al colino. Cuocere infine la pasta al dente, scolarla e condirla con l’olio. Disporre in un piatto fondo la crema di fagioli, la pasta e infine la cipolla.

Il dolce
Castagne del prete
Ingredienti per 4 persone: 300 g di castagne, 500 ml di vino rosso (possibilmente a bassa acidità, quindi di zona centro o sud Italia), 100 g di miele di Bosco
Procedimento: Bisogna innanzitutto far ridurre il vino con il miele fino ad avere circa 200 ml di sciroppo. Poi vanno cotte le castagne al forno, alla brace e bollite. Ecco fatto: mettetele al centro del tavolo, sbucciatele, intingetele nello sciroppo di vino e sono pronte per essere mangiate.

di Helmut Failoni (ottobre 2013)

 

Un menu contro la crisi

Ristorante Alce Nero – Berberè
via Petroni 9/c, Bologna (tel. 051/2759196)
Chef: Matteo Aloe 

Il primo/1
Vellutata di zucca con funghi porcini 
(costo: 12 euro per 4 persone)

Il primo/2
Pasta e fagioli con cipolla in agrodolce
(costo: 8 euro per 4 persone)

Il dolce
Castagne del prete 
(costo: 10 euro per 4 persone)

 

Frutta e verdura

OTTOBRE LA STAGIONE DI…
Ottobre, stagione dell’uva, alimento importante anche dal punto di vista “terapeutico”, in quanto svolge attività diuretica e attiva le funzioni epatiche. Con l’autunno arriva anche però un altro frutto tipicamente stagionale: si tratta dei cachi, la cui pianta è originaria della Cina, dove viene addirittura considerata l’albero delle sette virtù. Cominciano a farsi strada anche le castagne e il periodo può essere buono per gli spinaci, i porri, i nashi (le pere – mele cinesi) e per le susine. 

 

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui