Sicurezza_online.jpgÈ bene che gli utenti del web sappiano che in Internet c’è il rischio di essere inconsapevolmente guidati nelle proprie scelte e quindi di trovare online quello che altri decidono di farci trovare. Il tema quanto mai attuale  è stato al centro delle relazione annuale del Garante per la protezione dei dati personali, presentata dal Presidente Antonello Soro.
La forte contrapposizione in cui si trova oggi la rete è data dalla grande mole di utenti che immettono nello spazio virtuale un’infinità di dati personali, mentre dall’altro lato ci sono pochi e potenti soggetti, a cominciare da Google, che agiscono in posizione pressocché monopolistica.
È questa la grande sfida cui si trova di fronte la nostra privacy e l’attività del Garante Privacy non può prescindere da Internet: è lì che oggi facciamo acquisti, lasciamo i nostri commenti, pubblichiamo foto e documenti vari. Ed è lì che dobbiamo pretendere di vedere difesa la nostra libertà e la nostra identità. Altrimenti rischiamo di diventare quello che gli altri vogliono farci diventare attraverso pezzi virtuali raccolti qua e là: rischiamo di essere l’avatar di noi stessi.
Come facciamo a proteggerci?
Intanto bisogna essere consapevoli dello strapotere che hanno oggi i grandi motori di ricerca come Google e gli altri soggetti della rete, come Facebook e Amazon: questi arrivano a trattare direttamente con gli Stati e gli organismi sovranazionali, quindi la loro forza non può essere più ignorata. Così come non sono più accettabili le asimmetrie normative rispetto alle imprese europee che producono contenuti o veicolano servizi.
Sapendo questo, ognuno di noi non dovrebbe permettere che i propri dati personali, che ormai hanno assunto un valore enorme in chiave strategica, diventino di proprietà di chi li raccoglie: bisogna quindi pretendere la trasparenza del trattamento dei dati.
È per questo che il Garante privacy ha avviato un procedimento nei confrnti di Google per la gestione opaca relativa alle nuove regole sulla privacy adottate, che consentono di incrociare i dati dell’utente rispetto a tutti i servizi utilizzati, da Gmail a Youtube passando per Google Maps.
Per saperne di più www.garanteprivacy.it.
(12/6/2013. Fonte Helpconsumatori)

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui