Liquor d’ulivi lo chiama Dante nel Paradiso e subito ci figuriamo – potenza plastica della grande poesia – un filo d’olio che cola su una fetta di pane, si allarga, e la mollica si fa dorata e verdeggiante. Ma la tavolozza del verde ha così tante sfumature che non c’è un “olio su tavola” uguale a un altro.

Da semplice, straordinario condimento, l’olio d’oliva è diventato “liquor” da degustare, con tutti i sensi all’erta. E già solo firmate Coop sono 29 le proposte – 15 classiche, caratterizzate da tradizione e versatilità innanzitutto, e 14 nuove, in tante deliziose varietà di gusto e aromi –, dedicate all’uso quotidiano delle famiglie e per quello meno usuale degli intenditori, per una cena con gli amici buongustai o per un piatto speciale.

Cominciamo a scorrere la nostra “carta degli oli”, con la guida di un’etichetta autorevole, ricca di dettagli, elegante: “Il quotidiano”, così si chiama l’olio d’oliva per friggere, cucinare e condire, in cui qualità e convenienza vanno a braccetto; poi “L’extravergine classico” e “L’extravergine delicato”, provenienti dalle regioni d’Europa più vocate per le olive (il delicato è disponibile anche nel comodo formato in latta da 3 litri e nella bottiglia da mezzo litro). Dal classico al nuovo: “L’evo 100% italiano”, estratto a freddo da olive raccolte e molite da frantoi selezionati esclusivamente in Italia, declinato in due gusti, “Il deciso” (anche da 500 ml e nel formato monodose), e “Il fruttato”, entrambi con tracciabilità totale e filiera di qualità del marchio Origine. Nella sezione “novità” anche “Il creativo” al basilico, al peperoncino o al tartufo, il condimento a base d’olio extravergine con un pizzico d’estro in più. Nuove di zecca anche la versione non filtrata dell’olio extravergine d’oliva biologico, 100% italiano, come quello già esistente, e il bio d’origine estera, più risparmioso, ma sempre con la firma Viviverde. La carrellata prosegue con gli oli Fiorfiore “Il rustico”, intenso e verace come solo il non filtrato sa essere, e “Il novello”, freschezza e profumo del nuovo raccolto racchiusi in bottiglia: due interpretazioni dell’extravergine d’autore, da assaporare rigorosamente a crudo.

Come il vino, l’olio ha dentro tutti gli “umori della terra” in cui nasce: allora seguendo il filo (d’olio) tra le regioni d’Italia ecco il Garda Dop, il Calabria Igp, il Sardegna Dop e poi il Terra di Bari Bitonto Dop, il Toscano Igp, l’Umbria Colli Martani Dop, il Val di Mazara Dop. Tutti nuovi, tutti estratti a freddo. Il menù si chiude con l’oliva protagonista dei monocultivar Fiorfiore: Biancolilla, Frantoio, Taggiasca. Diversa la forma dell’oliva, diversi il colore, il tempo di maturazione, il gusto, ciascuna con una storia da raccontare, custodita nei cartigli appesi alle bottiglie. Ebbene, “uso” dell’olio suona vago e quasi irrispettoso, meglio dire: “degustazione”.

Redazione

Redazione

1 Commento

  1. Tutti quelli provati finora sono eccellenti, speriamo altrettanto per i nuovi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui