Faccine.jpgIl Bhutan sarà ricordato come il primo paese al mondo ad aver introdotto un indice nazionale della felicità che sia alternativo al Pil. Era il 1972, il re del piccolo stato d’Oriente introdusse il Fil (indice di felicità interna lorda, GNH in inglese) con connotazioni buddiste e anti-occidentali, sostenuto dal Dalai in persona. L’inadeguatezza del Pil, che cresce per qualsiasi transazione economica (dalle economie di mafia alle speculazioni sull’accoglienza agli immigrati, come Mafia capitale insegna; dalle conseguenze degli incidenti stradali a quelle da inquinamento) ha favorito, negli ultimi anni in particolare, un proliferare di indicatori alternativi caldeggiati dalla commissione Stiglitz-Sen-Fitoussi istituita nel 2008 dalla Francia di Sarkozy. Tra le raccomandazioni della commissione Stiglitz (dal nome dell’economista premio Nobel) quelle di valutare il benessere materiale sulla base di redditi e consumi, piuttosto che della produzione; di dare importanza alla distribuzione tra ricchi e poveri evitando medie matematiche; di estendere gli indicatori ad attività non direttamente legate al mercato, quali sanità, ambiente, educazione ecc. Insomma, di pensare alla qualità della vita e alla sostenibilità dello sviluppo e non solo alla massimizzazione dell’interesse.

Oggi gli indici alternativi sono più di 30, si va dall’Indice di sviluppo umano (Hdi in inglese) all’Indice dell’impronta ecologica. Tra i più apprezzati l’italiano Bes, che misura il benessere equo sostenibile, nato da un’iniziativa congiunta del Cnel e dell’Istat. A distinguerlo dagli altri è la procedura partecipata da cui è originato: è stato chiesto direttamente ai cittadini quali fossero per loro gli ambiti del benessere (12 quelli emersi). L’ideale sarebbe adottare un misuratore unico e seguirlo nel tempo ma questo, a livello internazionale, riesce quasi solo col Pil.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui