Devo usare un soffiatore o un aspiratore per pulire il giardino dalle foglie cadute? Al contrario di quanto potrebbe sembrare di primo acchito, non è l’aspiratore munito di sacco che si riempie in un battibaleno la miglior soluzione. Gli andrebbe preferito il soffiatore/aspiratore che permette di convogliare prima le foglie passando su una superficie anche ampia, e poi di raccoglierle. Accanto alla tracolla regolabile e al controllo elettronico della velocità, c’è poi sempre la possibilità di selezionare la funzione di aspirazione per risolvere situazioni particolari in cui si farebbe troppa polvere: ad esempio sotto un marciapiede o per eliminare foglie e legnetti setacciando il giardino punto per punto. Ma è meglio che sia a batteria o con motore a scoppio?

I modelli a scoppio, più potenti, sono adatti a gestire spazi dai 500 mq in su; quelli elettrici, con il cavo, sono più indicati per terrazzi o piccoli giardini; altri ancora, a batteria, per soffiare/aspirare giardini fra 200 e 600 mq, con un’autonomia fino alle 3 ore di utilizzo consecutivo. La maggior parte dei soffiatori elettrici in commercio ha una potenza tra i 2.500 e i 3.000 watt, mentre per quelli a miscela si misurano i cubi d’aria sviluppati, che variano dai 25 centimetri ai 70 per le macchine più professionali. Importante, in ogni caso, è controllare l’impugnatura e la maneggevolezza dell’attrezzo, che c’è anche in versione con trituratore incorporato per alleggerire il sacco di raccolta. Se ci sono alberi da potare o siepi da ridurre con il decespugliatore multifunzione, inoltre, c’è da valutare se non sia più utile, piuttosto, un biotrituratore che ingloba fogliame e ramaglie di piccola sezione e produce sacchi di cippato, cioè legno in scaglie da utilizzare per la pacciamatura o per alimentare stufe a biomassa.

Via i rami secchi Dopo un’estate così calda e siccitosa, c’è voglia di nuove piante e terriccio buono. Poi bisogna tagliare i rami secchi e accorciare un po’ le chiome, altri lavori tipici del giardinaggio autunnale. Chi lo interpreta come un hobby per mantenersi in forma, usa per questo troncarami e svettatoi a mano. Un passo oltre c’è la motosega elettrica (con cavo o senza) o a benzina. Il suo pregio è far guadagnare tempo e precisione, riducendo di molto la fatica.

Sul mercato sono presenti modelli a batteria che facilmente eguagliano in potenza i loro equivalenti con motore a scoppio, con il vantaggio della leggerezza. Inoltre, sebbene serva ugualmente riempire il serbatoio di olio lubrificante, con l’elettrico si risparmia la preparazione anticipata della miscela e si evitano le “ingolfature” periodiche a cui vanno soggetti i modelli a benzina. I quali, però, restano ai primi posti nelle vendite: motoseghe piccole per lavori poco frequenti di minipotatura, di media potenza per la sramatura vera e propria. Altro parametro da controllare è la lunghezza della barra, che determina anche quella del taglio e va rapportata al lavoro da fare e alla potenza dell’attrezzo. Fondamentale, infine, è il freno catena che ci protegge in caso di contraccolpo.

Mano al portafoglio
Soffiatore/aspiratore di foglie elettrico: da 40 a 70 € circa
Motosega elettrica 2.400 watt o a scoppio: da 100 a 150 € circa
Decespugliatore: da 100 a 200 € circa
Biotrituratore: a partire da  120 €

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui