Attenti allo stato di conservazione dei medicinali, anche quelli abituali, durante i mesi estivi. Lo suggerisce l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) per passare un’estate in salute. Nella bella stagione, infatti, a causa delle temperature alte, sono indispensabili una serie di accorgimenti per mantenere l’efficacia delle terapie farmacologiche.

1  osservare il medicinale: qualora appaia diverso dal solito o presenti dei difetti – spiega l’Aifa – va consultato il medico o il farmacista prima di assumerlo.

2 preferire, laddove disponibile, il farmaco in forma solida rispetto a quella liquida che, contenendo acqua, è più sensibile alle alte temperature.

3 vanno lette le modalita’ di conservazione indicate nelle informazioni del prodotto: vale comunque la regola generale di conservarlo in luogo fresco e asciutto a meno di 25 gradi. Per il trasporto viene poi suggerito di custodire il farmaco, in caso di viaggi o soggiorni fuori casa, in un contenitore termico.

4 evitare l’uso di contenitori (portapillole) non esplicitamente destinati al trasporto di farmaci, in quanto potrebbero facilmente surriscaldarsi o rilasciare sostanze nocive.

5 non bisogna tenere i farmaci al caldo per ore in auto. Durante i lunghi viaggi i farmaci vanno trasportati nell’abitacolo condizionato e/o in un contenitore termico, va invece evitato il bagagliaio.

6 durante il viaggio in aereo, l’Aifa consiglia di collocare i farmaci nel bagaglio a mano.

L’Aifa conclude ricordando che il caldo può provocare l’abbassamento della pressione anche in soggetti ipertesi, pertanto la terapia dell’ipertensione arteriosa e di altre malattie cardiovascolari potrebbe richiedere un riadattamento da parte del medico/specialista nel periodo estivo.

fonte ansa

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*