Domotica_2.jpgAnche la domotica beneficia degli incentivi per l’efficientamento energetico. L’ecobonus del 65% è stato infatti esteso ai “dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda e climatizzazione nelle unità abitative”, senza limiti di spesa e a prescindere da altri interventi. È escluso dalle detrazioni Irpef e Ires l’acquisto di dispositivi per interagire da remoto, ovvero smartphone, tablet o pc. Intanto il governo ha reso note le novità su Ecobonus, Bonus Ristrutturazioni e Sisma Bonus inserite nella manovra di Bilancio 2017. Se non interverranno modifiche in fase di approvazione, le novità sono nel senso dell’estensione delle detrazioni fiscali. 

L’Ecobonus in particolare è confermato al 65% fino al 2021 (detraibile in 10 anni) e può salire fino al 75% per i lavori con un’alta incidenza di miglioramento delle prestazioni energetiche. Le soglie massime di spesa variano da 30mila euro (sostituzione di impianti di climatizzazione), a 60mila euro (riqualificazione dell’involucro, installazione di pannelli solari) a 100mila euro (lavori di riqualificazione energetica globale). Prevista inoltre la proroga di 1 anno (quindi fino al 31 dicembre 2017) della detrazione del 50% sia per le ristrutturazioni edilizie (fino a 96mila euro di spesa per unità immobiliare) fruibili anche da inquilini, usufruttuari e nudi proprietari, sia per il Bonus Mobili ed Elettrodomestici (tetto di spesa di 10mila euro). Si rafforza infine il Sisma Bonus che è una delle più importanti novità in arrivo per il 2017. Lo scopo è favorire gli adeguamenti anti-sismici. A partire dall’1 gennaio sarà utilizzabile anche in zona sismica 3, non solo nelle zone 1 e 2, e funzionerà come una detrazione fiscale del 50% che sarà possibile richiedere fino al 31 dicembre 2021. Il Sisma Bonus potrà arrivare all’85%, se l’edificio viene migliorato di 2 classi di rischio: quanto alle valutazioni sul miglioramento e sulle modalità di certificazione, si attendono entro la fine di febbraio 2017 le linee guida sulla classificazione sismica degli edifici. L’agevolazione, con tetto di spesa a 96mila euro annue, e recuperabile in 5 anni anziché 10, viene stabilizzata fino al 2021 e vale sia per i condomini sia per le abitazioni singole. Dal 2017, varrà anche per le seconde case e le attività produttive. Comprese tra le spese detraibili quelle per la classificazione e la verifica sismica.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui