Sport.jpgSi avvicinano i mesi estivi e chi più, chi meno, corre ai ripari e, magari fuori tempo massimo, cerca strategie per dimagrire un po’. Ma bisogna ricordare che la dieta “fai da te” può essere praticata solo nel caso sia necessario perdere dai 2 ai 4 chili. Se il sovrappeso è maggiore bisogna rivolgersi a uno specialista.

La prima cosa da fare, senza scuse e prima ancora di ridurre la quantità di cibo ingerita , è cominciare a muoversi. Lo sport, anche leggero, aumenta il metabolismo basale (cioè ci fa consumare più calorie anche a riposo), rende ottimisti, rafforza l’autostima. Camminare a passo veloce o correre è certamente l’attività più semplice e meno costosa da praticare. Ma se vi sentite un po’ pesanti, meglio la bici o il nuoto – o tutte le attività in piscina come l’acqua gym – per non sovraccaricare troppo le articolazioni. L’attività fisica di tipo blando va praticata tutti i giorni, possibilmente almeno mezz’ora al giorno.

Qui potete trovare una utile tabella per un allenamento che vi farà alzare dal divano e vi aiuterà ad arrivare a correre, anche lentamente, fino a 5 chilometri! Così sì arriverete in forma all’estate!

Un altro consiglio? Seguite alla lettera questo decalogo: è del Ministero della Salute e comincia con questa grande verità: “Ricorda che il movimento è essenziale per prevenire molte patologie”. Ce lo ricorda anche il dietologo di Consumatori, Eugenio Del Toma, in questo articolo in cui ci spiega che la dieta non basta per dimagrire.

Sul fronte del cibo, il consiglio dei nutrizionisti è quello di dividere idealmente il vostro abituale piatto a metà. Si possono mangiare a volontà frutta e verdura. Ovviamente bisogna eliminare del tutto le calorie cosiddette vuote, come alcol e zuccheri raffinati.
Molte diete (come ad esempio la Dukan) sono in realtà dei regimi iperproteici, che certamente aiutano a perdere peso, ma non possono essere prolungati e, soprattutto, possono essere seguiti solo da persone in buona salute. In realtà queste diete fanno dimagrire solo perché, contemporaneamente all’assunzione di proteine – quasi sempre di origine animale – si tagliano drasticamente anche altri elementi nutritivi come i carboidrati.
Non si può barare col nostro metabolismo. Per questo se perdiamo velocemente peso, poi altrettanto velocemente lo riprendiamo… Il consiglio è di non superare i 2, 3 chili al mese: perdendo i chili più lentamente, siamo più sicuri di mantenere poi i risultati ottenuti. È importante cercare di stabilizzare il peso, cambiando i propri comportamenti, sia quelli alimentari che quelli connessi all’attività fisica. Ricordando che la logica del tutto e subito non appartiene alla natura e quindi neppure al nostro metabolismo. I chili persi troppo in fretta, nel 95% dei casi, vengono riguadagnati in tre anni.
Non avere in casa cibi ingrassanti (creme alla nocciola, maionese biscotti, cioccolato ecc.) è un’ottima strategia. Basta riempire il frigo di verdure già tagliate o frutta e, in caso di attacchi di fame, non si potrà mettere niente altro sotto i denti!

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui