De_Castro.jpg“Oggi la food security, intesa come la possibilità di assicurare a ogni persona l’accesso al cibo necessario a soddisfare le esigenze alimentari di base, non è più solo una questione di distribuzione delle risorse tra paesi ricchi e poveri, ma oltrepassa questo confine per diventare un problema strutturale di portata globale”. Parola di Paolo De Castro, presidente della commissione agricoltura del Parlamento europeo (e in lizza anche per il prossimo mandato) a cui abbiamo chiesto in che scenario generale si inseriscono le diverse vicende legate al mondo agricolo, tra cui anche  quella sugli Ogm.
Per De Castro “i dati sulla crescita della domanda e dell’offerta sono inequivocabili: la produzione agricola non tiene il passo della domanda. L’aumento della popolazione e quello ancora più marcato dei consumi stanno facendo crescere a ritmi impressionanti le richieste alimentari, mentre la disponibilità di terre agricole e la loro produttività si riducono. L’aumento della ricchezza pro-capite e, conseguentemente, la capacità di spesa in alcuni paesi sono cresciute sensibilmente, determinando non solo un aumento della domanda di cibo, ma anche una radicale trasformazione delle diete, divenute più ricche e variegate. Ci troviamo di fronte ad un cambio di paradigma: la lunga epoca del cibo abbondante e a basso costo è terminata per lasciare il posto a un’era di nuova scarsità”.
Il cambiamento di scenario – prosegue De Castro -, “valutato con ritardo nella sua reale portata, sta mettendo a dura prova le capacità di reazione dei sistemi economici e politici. Vincere la sfida della sicurezza alimentare richiede azioni urgenti da intraprendere a livello internazionale ed Expo 2015 ci offrirà un’occasione importantissima di confronto, grazie alla quale identificare azioni concrete di intervento sul tema. E cruciale sarà il ruolo che ricerca e innovazione – in chiave sostenibile – avranno nella definizione di adeguate politiche da costruire di concerto a livello globale. La partecipazione dell’Europa all’esposizione punterà proprio su questi elementi. L’impegno è quello di tracciare una direzione aggregante nella quale la dimensione sociale, ambientale ed economica possano contare su una chiara visione prospettica e su un definito piano di sostegno e crescita. Perché le distanze che creano differenze e disequilibri possano finalmente essere annullate, in un’ottica di sostenibilità finalmente globale”.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui