Crocchette_patate_e_baccala.jpgLe vacanze sono finite, ma noi andiamo a Cesenatico, sulla riviera romagnola, per proporvi un piatto che ci ha passato Gregorio Grippo, chef di uno dei luoghi simbolo della ristorazione romagnola tout court, l’Osteria del Gran Fritto.

E’ un secondo assai economico – vi costerà circa 4 euro a persona – gustoso come solo i fritti sanno essere e, tutto sommato, di facile preparazione. Bisognerà solo prestare molta attenzione alla fase della frittura.

Ingredienti per 4 persone: 200 gr di baccalà ben dissalato, 80 gr di patate, 30 gr di burro, 20 gr di cipolla, 300 gr di latte, 100 gr di panna, 3 uova (2 di queste serviranno per la panatura), 1 spicchio d’aglio, 1 filetto d’acciuga sotto sale, sale, farina e pangrattato.

Procedimento Fare rosolare in olio e burro la cipolla con l’aglio e l’acciuga. Aggiungere quindi il baccalà (che sia ben spinato) e le patate tagliate sottili, continuando a rosolare. Unire poi il latte e procedere con la cottura per circa un’ora o fino a che il composto non risulta ben asciutto dai liquidi. Aggiungere la panna con l’uovo e frullare. Servendosi di 2 cucchiai, comporre delle quenelle della misura di piccole uova, passarle prima nella farina, poi nell’uovo e infine nel pan grattato, per ottenere una panatura compatta. Friggere infine in olio bollente a 175 gradi finché la superficie non si sarà dorata. Scolare le crocchette e servirle subito con un gustoso ketchup artigianale o una crema di grani di senape.

 

 

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *