Colomba.jpgLa crisi economica non risparmia la tavola di Pasqua, con consumi in calo del 7% rispetto allo scorso anno e una spesa che non supererà i 2 miliardi di euro. La stima arriva da una ricerca della Cia-Confederazione italiana agricoltori, in base alla quale uova di cioccolato e colombe segneranno un calo di oltre il 10%, come anche il tradizionale agnello (-5%). A vincere sarà la tradizione ‘fai da te’, soprattutto per il dolce e la pasta fatta in casa, con vendite in crescita del 12% per uova, zucchero, farina, burro e lievito.
Un carrello della spesa con meno carne (da-3 a -5%) ma anche meno vini e spumanti (-3,5%), salumi (-1,8%) e formaggi (-1,2%); stazionari invece frutta e verdura (-0,4%). Aumenteranno invece gli acquisti di uova fresche: se ne consumeranno oltre 390 milioni, soprattutto per preparare i dolci. Quanto alla composizione del carrello della spesa, gli italiani – secondo la ricerca della Cia – acquisteranno agnelli, pollame, salumi, carni bovine e suine, formaggi, ortaggi, frutta, dolci, uova, pasta e pane per 1,7 miliardi e vini e spumanti per 300 milioni di euro.

Il trend di austerità si riscontra anche nelle previsioni di acquisto presso i vari canali commerciali, dove ancora una volta spiccano i discount (+6%); 23 milioni di famiglie si rivolgeranno alla grande distribuzione commerciale (discount compresi), seguita da negozi tradizionali (18%), mercatini locali (11%) e internet (1%). Particolare attenzione sarà rivolta agli acquisti in fattoria e nei mercatini dove, conclude l’organizzazione agricola, è possibile risparmiare tra il 15 e il 20%.

fonte: ansa

 

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui