Carrello_Soldi.jpgIl taglio al costo del denaro deciso ieri dalla Bce guidata da Mario Draghi è sicuramente una buona notizia. Il tasso di sconto dello 0,50% (contro lo 0,75% precedente) rappresenta un record assoluto dalla nascita della Banca centrale europea. L’obiettivo è quello, a fronte di una  situazione di recessione estesa a sempre più paesi dell’area Euro, è quello di stimolare la ripartenza dell’economia, favorendo la messa in circolo di denaro da parte delle banche. Al di là degli scenari macro-economici (su cui incideranno ovviamente le scelte e la capacità dei singoli governi e dell’Unione europea nel suo insieme), cosa cambia però per le famiglie ed i consumatori?
Non tantissimo, nel senso che l’abbassamento del costo del denaro produce un beneficio per chi ha un mutuo a tasso variabile, legato appunto agli andamenti di mercato. Ma l’Euribor (ovvero il parametro interbancario cui sono di fatto legati i mutui) è già da mesi vicino allo zero, per cui l’ulteriore taglio deciso dalla Bce, avrà un’incidenza di pochi euro sulla rata. Per chi invece un mutuo lo dovrà chiedere in futuro, la decisione di Draghi è positiva,ma il punto delicato è che, a prescindere dai tassi del mercato, le banche chiedono uno spread (cioè la differenza tra tasso di mercato e quanto si paga realmente, che è appunto il costo della banca) che è stabilmente sopra il 3% e dipende più dai problemi degli istituti di credito che da quanto fa la Bce.
L’abbassamento de costo del denaro, se sicuramente rallenterà richieste di rincaro per chi chiedeà finanziamenti di vari tipo, ha e avrà invece un piccolo effetto negativo sui tassi di interesse applicati sui conti di deposito e sui rendimenti dei titoli di Stato a breve termine come i Bot. Ma c’è da sperare soprattutto che la mossa di Draghi aiuti l’economia reale a mettersi in moto…
(3/5/2013)

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui