L’Italia ha il più alto consumo dii pesticidi per ettaro coltivato in Europa e Coop ha in questi anni portato avanti una policy di riduzione dei pesticidi in agricoltura per l’ortofrutta a marchio, investendo sulla produzione integrata (1988) e sul biologico (1999).  Il prodotto a marchio Coop vanta infatti già un ridotto contenuto di pesticidi (residui di fitofarmaci sul prodotto finito) inferiore del 70% rispetto al residuo massimo ammesso e, in questi anni, abbiamo già escluso, o limitato la presenza delle molecole più problematiche. 

I pesticidi e loro derivati possono essere riscontrati nell’ambiente (terreno e acqua) con eventuale impatto sulle varie forme di vita presente e con possibile contaminazione della catena alimentare. La ricerca scientifica sta sempre di più ipotizzando che i pesticidi possano essere interferenti endocrini

La conoscenza e il controllo delle nostre filiere ortofrutta a marchio Coop, nel corso degli anni, ci hanno permesso, grazie alle varie azioni compiute, di affrontare un nuovo progetto di sostenibilità ambientale anche grazie all’agricoltura di precisione. L’agricoltura ha avuto una profonda evoluzione passando da una agricoltura più manuale con bassa produttività fino agli inizi del ventesimo secolo (agricoltura 1.0) , all’agricoltura 2.0   negli Anni ‘40-’70 con un incremento produttivo grazie alla cosiddetta “rivoluzione verde” (chimica, genetica e meccanica); per arrivare prima alla 3.0, negli anni 90 con i primi esempi di agricoltura di precisione, e successivamente alla 4.0 con la digitalizzazione. 

L’agricoltura di precisione è una strategia di gestione aziendale che usa diverse tecnologie, sempre più innovative e performanti, anche tramite droni, smartphone e app, per acquisire dati poi utilizzati per la gestione della produzione agricola.  La conoscenza specifica del suolo, delle piante per singole aree, un’accurata previsione meteorologica, permette di utilizzare con precisione l’insieme delle informazioni raccolte per una distribuzione mirata di acqua, fertilizzanti, prodotti fitosanitari solo quando e dove serve, nella quantità corrispondente al reale fabbisogno della coltivazione. Coop vede nell’agricoltura di precisione uno dei principali strumenti per attuare un vero cambio di paradigma nella gestione delle imprese agricole dove il risultato principale atteso è la diminuzione dell’impatto ambientale, ma anche con ricadute positive sulla salute del consumatore, il miglioramento della qualità del prodotto e una diminuzione dei costi. 

All’interno del suo progetto ambiente Coop intende perseguire nel tempo una sostenibilità ambientale nell’ortofrutta fresca a marchio basata su agricoltura di precisione con uso  ancor più razionale e ridotto dell’uso di pesticidi, fino all’eliminazione di quelli più problematici. L’obiettivo è quindi di ridurre l’utilizzo di acqua, dei concimi e dell’impiego di pesticidi (ricordiamo la raccolta firme di 26 anni fa promossa da Coop “Disarmiamo i pesticidi”). A tutti i fornitori a marchio Coop di ortofrutta fresca quindi, lo scorso maggio alla fiera Macfrut, è stato chiesto di perseguire l’agricoltura di precisione ed una gestione razionale con riduzione e quando possibile eliminazione dei pesticidi escludendo 4 ulteriori molecole per le produzioni a marchio Coop,  tra cui il glifosato, utilizzando modalità di gestioni operative alternative.  

I fornitori Coop partono già da un’ottima situazione in quanto in questi anni hanno applicato i principi della «produzione integrata», che rappresenta la precorritrice dell’agricoltura di precisione, utilizzando insetti «buoni» per contrastare quelli dannosi.  Il progetto è partito con l’uscita del primo prodotto, le ciliegie Fior Fiore a marchio Coop, a maggio 2019 completamente libere  dai quattro pesticidi. È stato poi il turno del melone Origine Coop, da settembre lo è l’uva (Origine e Fior Fiore) e da novembre anche le clementine Coop a marchio Origine a cui seguiranno poi altre filiere. 

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui