Le pause estive, anche per un breve weekend, sono un’occasione per rafforzare un legame con gli animali passando più tempo insieme a loro. Affinché vada tutto liscio, informiamoci su tutto quello che ci può servire per il viaggio.
Qui alcuni suggerimenti del veterinario Paolo Santanera.

Cosa fare prima di partire? Andare dal veterinario di fiducia per un check-up generale che verifichi lo stato di salute del nostro animale e per informarci sulle malattie endemiche che caratterizzano alcune aree geografiche. Nel nostro Paese, per esempio, filaria e leishmania sono più presenti proprio in alcune zone di interesse turistico. La leishmaniosi, in particolare, è molto diffusa nel sud Italia, nelle isole e lungo le coste. È quindi opportuno fare una profilassi. Siccome i responsabili di queste malattie sono parassiti trasmessi dagli insetti ematofagi, che pungono per nutrirsi del sangue, si possono usare dei repellenti, collari o prodotti da assumere per via orale che tengono alla larga anche pappataci e zecche, responsabili queste ultime di altre gravi malattie batteriche, come la borreliosi, o malattia di Lyme, e la piroplasmosi.

Gli animali soffrono il caldo come noi? Certamente! Tutti soffrono il caldo, ma alcune razze più di altre. I brachicefali, per esempio, carlini, buldog, boxer, che sono stati creati per compiacere i nostri gusti, con la testa tondeggiante, gli occhi frontali e il naso schiacciato, sono predisposti a sviluppare alcune patologie. La loro struttura impedisce una respirazione normale che, in caso di alte temperature, crea più difficoltà al processo di termoregolazione.

Colpo di calore: cosa fare? Dobbiamo raffreddare il cane immediatamente, bagnando le estremità, o tutto il corpo, con acqua fredda. Evitiamo di passeggiare nelle ore più calde, i cani fanno il triplo dei nostri passi! E ricordiamoci che loro non indossano le scarpe: la sabbia e l’asfalto bollente possono creare ustioni molto serie. Assolutamente vietato lasciare animali in macchina anche per pochi minuti. E non dimentichiamo di sciacquare il cane con acqua dolce dopo il bagno in mare.

E per la montagna? È buona norma portarsi dietro un kit di pronto soccorso con acqua ossigenata, garze e un cortisonico, utile in caso di reazioni allergiche alle punture di insetti o di ragni. Se il cane viene morso da una vipera, non agitiamoci ma non facciamolo camminare e portiamolo dal veterinario più vicino, che saprà cosa fare. Al ritorno dalle passeggiate ispezioniamo il manto del pelo per verificare che non ci siano i forasacchi, spighe di graminacee che possono entrare non solo negli occhi, nel naso e nelle orecchie, ma anche tra i polpastrelli. Per qualsiasi dubbio, non affidiamoci ciecamente ai consigli che dispensa la rete, ma rivolgiamoci al veterinario di fiducia.

Redazione

Redazione

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui