Immaginiamo che siano i genitori a guidare i bambini nella scelta dei regali di Natale. E che una famiglia al completo sia andata in un negozio Coop alla vigilia delle feste a scopo esplorativo. Una famiglia di quelle numerOse, con figli a scalare di 10, 7, 4 anni e l’ultimo, il bebè di pochi mesi, che “parla” puntando il dito. Come potrebbero orientarsi papà e mamma nello strabordante reparto dei giocattoli?

Tra le novità, quest’anno, i peluche interattivi come la gattina “Daisy” – best seller tra i FurReal venduti in Coop – il KumiKreator, un’innovativa macchina per creare braccialetti ispirata al Kumihimo (tecnica giapponese), la Fiat 500 di Barbie. Ma le bambine di 4 e 7 anni “spingeranno” subito, probabilmente, verso le bambole collezionabili Lol Surprise! Sono il fenomeno più recente: una gamma completa di bamboline, per una fascia di età dai 3 ai 9 anni, racchiuse in sfere che si scartano rivelando sorprese di vario tipo. Il principio, molto in voga al momento, è quello dell’unboxing (spacchettamento di una confezione). Le Lol sono il giocattolo più venduto al mondo.

Se però fossero terminate o prevalesse il richiamo delle bambole, ecco le Winx, Frozen o le baby-doll “responsive“, come Luvabella, che parlano, bevono piangono e hanno espressioni facciali realistiche. Sviluppata da un team di designer in tre anni di ricerca, Luvabella ha oltre 200 reazioni, più di quelle di alcuni umani… Poi ci sono i bambolotti che si illuminano al buio come Amore mio, mentre Cicciobello bua tossisce e soffre il raffreddore. Della Barbie la nuova edizione con la 500 è considerata una chicca, prima dei 60 anni che compirà il prossimo anno.

Ma la bambina di 7 anni, intanto, si è fermata nella zona dei glitter e dei trucchi, attirata da una macchina che fa le unghie perfette e dalle Sparkle girls da pettinare. Poco distante un gruppo di maschietti studia Topolino (che quest’anno di anni ne ha compiuti 90!) e intanto omaggia Spiderman, Cars e altri personaggi a lui contemporanei. E il bebè?

Ha afferrato i Crate Creatures, piccoli personaggi  dalla voce mostruosa che emettono 45 suoni primordiali, anch’essi del genere unboxing, inseriti nel catalogo solo da Coop. A portata di manina ci sarebbero anche gli Hatchimals che saltano fuori dall’uovo. Dannate confezioni, però! Niente che si possa toccare…

Per un bebè che ama sperimentare con i quattro sensi (i regali andrebbero calibrati per fasce d’età), è più appagante afferrare un peluche o addentare dal passeggino la zampa di un orso alto un metro! Tenero Natale… Fatto di Pj Masks, Paw Patrol e Gormiti (tornati sull’onda dei cartoons), di Lego e Playmobil quando si cresce un po’, ma anche di tante piste (Hot Wheels, Carrera, ecc.), del Frecciarossa che ha surclassato i vecchi trenini, di tappeti gonfiabili, banco degli attrezzi e playset di cucina o da parrucchiera sempre più sofisticati.

Imparare giocando si addice ai più grandicelli e difatti al bambino di 10 anni, “strappato” alle Fabbrica delle Frizzabombe (bombe da bagno profumate e colorate), arrivano le proposte alternative di mamma e papà: «Perché non compriamo un videomicroscopio elettronico, quest’anno, o un Sapientino esploramondo che si collegano al pc?» Lui ha adocchiato un calciobalilla “serio” da quasi 300 euro e finge di non aver sentito. Per la sorellina di 4 anni, invece, è troppo presto: solo un approccio al digitale è consigliabile alla sua età, con i vari robottini, tablettini e consolle educative.

La famiglia intanto ha la tendenza a sfaldarsi. Il fratellino di 7 anni si è avvicinato alla zona “Fly and play” per via della Supernova Air Hogs, una sfera volante che evita gli ostacoli grazie a 5 sensori. È tentato anche da un Natale più “fisico”, tra monopattini, skateboard e un glyboard che è sceso di prezzo ed è in promozione. O, si domanda, chiedo la consolle e i videogiochi? La PlayStation VR, spega ai genitori, è quella con il visore di realtà virtuale ed è compatibile con la PlayStation 4; altrimenti una Nintendo… Ma non sarebbe più utile un gioco di società?, replicano loro. Twister è molto amato dai giovani, se no ci sono Scarabeo, Risiko, Cluedo o Monopoly di cui si sono inventata l’edizione “ultimate banking”, con banca elettronica e carte di credito.

Un’occhiata all’orologio. Sono passate più di due ore. Di regali da vedere , dai radiocomandati ai puzzle, ce n’è ancora una montagna, ma il bebè ha fame e a comandare sono sempre i più piccoli…

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui