Oggi sono due le principali alternative alla carne tradizionale per i consumatori: la cosiddetta carne di origine vegetale oppure la carne coltivata. La prima è un’imitazione tecnologica di un prodotto gastronomico, mentre la seconda è ottenuta dallo sviluppo e la coltura di cellule animali in laboratorio, per cui non solo sembra carne, ma di fatto è carne, solo non passata per le tradizionali filiere produttive. Mentre la carne coltivata è ai primi passi della sua commercializzazione (ma gli studi vanno avanti da decenni), la “carne” di origine vegetale ha raggiunto ormai gli scaffali della grande distribuzione. Euromonitor stima che il mercato di questi sostituti della carne dovrebbe raggiungere i 2,5 miliardi di dollari entro il 2023.

Le società di riferimento nel settore carne vegetale mondiale sono due: Beyond Meat e Impossibile Foods. Tra i principali prodotti che mettono in commercio ci sono burger, salsicce, polpette di carne, carne macinata e altri ancora. Giusto per curiosità, fra gli ingredienti ci sono proteine vegetali (pisello, fagiolo mungo detto anche soia verde, fava, patate e riso integrale); grassi vegetali (burro di cacao, di cocco, di girasole, di canola); carboidrati e fibre (amido di patata e metilcellulosa, cioè fibra); minerali (calcio, ferro, sale da cucina e cloruro di potassio); aromi e coloranti naturali (estratto di barbabietola, estratto di mela e aromi naturali, lievito). Molti studi dimostrano come l’impatto ambientale della produzione di “plant-based meat” sia minore rispetto alla convenzionale produzione di carne. È importante dunque prendere in considerazione questi prodotti nella nostra dieta, sempre nel quadro di una alimentazione varia ed equilibrata, con un adeguato consumo di frutta e verdura.
Tuttavia, da un punto di vista nutrizionale va osservato che se da un lato i burger vegetali sono privi di colesterolo, hanno però una quantità di acidi grassi saturi comparabile alla carne di allevamento (sono utilizzati per rendere la consistenza e il sapore simili a quello della carne).
Altro fattore da considerare il contenuto di sodio, che potrebbe essere elevato e non adatto a tutti.

Comunque, in tutti i supermercati si trovano oggi varie alternative alla carne tradizionale, per chi abbia esigenze specifiche o che voglia semplicemente provare prodotti diversi. Per curiosità, salutismo, sensibilità ai diritti degli animali, ambientalismo: i prodotti alimentari a base vegetale sono nel carrello di chiunque. Di vegani e vegetariani, certo, ma anche di chi segue un regime alimentare “onnivoro” o flexitariano.

Per questo una offerta alternativa di questi alimenti è sempre più importante, e in assortimento tra i prodotti a marchio Coop, in particolare nella linea Vivi verde Coop, è possibile trovare circa una quarantina di prodotti vegetali per diversi tipi di consumo come piatti pronti, conserve, condimenti e molti altri.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) forniti dall’utente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (il nominativo dell’Utente sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggono il commento). L’indirizzo e-mail potrà inoltre essere trattato per informare l’utente su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (es. risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, ecc.).

I dati personali forniti dall’utente saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui l’articolo selezionato sarà pubblicato sul sito web.

La base giuridica di tale trattamento è connessa alla volontà dell’utente di lasciare un suo commento ad un articolo selezionato ed esplicitare pubblicamente le proprie opinioni (v. art. 6, par. 1, lett. b, GPDR, esecuzione di un contratto di cui l’Utente è parte o esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso).

I dati personali dell’utente saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o da altri soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

L’utente ha il diritto di ottenere da Editrice Consumatori Società Cooperativa, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando Editrice Consumatori Società Cooperativa ai recapiti quivi indicati.

Qualora l’utente ritenga che il trattamento dei suoi dati personali avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

Per visualizzare l’informativa integrale sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui