1 Gli antibiotici non sono efficaci contro i virus, come quelli che provocano il raffreddore o l’influenza.

2 L’uso inappropriato degli antibiotici fa sì che i batteri ridiventino resistenti agli antibiotici verso i quali un tempo erano sensibili, riducendo le possibilità terapeutiche e di cura.

3 Quando un medico ci prescrive una terapia antibiotica seguire esattamente le sue indicazioni per durata, dosaggio e modalità riduce al minimo il rischio di sviluppare batteri resistenti.

4 Qualora i sintomi clinici non scompaiano al termine del periodo indicato sulla prescrizione, chiedere consiglio al proprio medico. Sarà lui a valutare eventuali modifiche.

5 Durante una cura antibiotica è importante rispettare le indicazioni del medico perché la concentrazione di antibiotico nel sangue si deve mantenere costante per poter uccidere i batteri causa della malattia e permettere la guarigione.

6 Anche abbreviando la durata della terapia o assumendo una dose inferiore a quella indicata, i batteri possono diventare resistenti, cioè non sensibili all’antibiotico utilizzato.

7 L’acquisizione di resistenza agli antibiotici da parte dei batteri avviene attraverso le modifiche del Dna dei batteri stessi. Pertanto, il super-batterio potrà infettare chiunque, anche persone che non hanno mai assunto antibiotici.

8 Non assumere antibiotici avanzati da una terapia di un familiare anche se i sintomi possono sembrare gli stessi. Un antibiotico va assunto solo in seguito a prescrizione.

9 L’antibiotico-resistenza è un problema che ci riguarda tutti. Non avere più a disposizione antibiotici efficaci nel contrastare le infezioni batteriche è un fenomeno preoccupante e ci potrebbe portare indietro nel tempo, quando le malattie infettive causavano la morte di migliaia di persone.

10 L’uso improprio degli antibiotici determina anche in ambito veterinario lo sviluppo del fenomeno dell’antibiotico-resistenza. Alcuni batteri sono in grado di infettare sia l’uomo che gli animali rendendo possibile la trasmissione all’uomo (e viceversa) di infezioni dovute a batteri resistenti.

11 Anche nel caso di antibiotici in ambito veterinario, occorre seguire alla lettera la prescrizione dello specialista per evitare la diffusione della resistenza antibiotica anche negli animali da compagnia.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *