Lavaggio denti. Lavarseli tenendo il rubinetto aperto fa sprecare oltre 5 litri al minuto. Per questo è bene utilizzare lo spazzolino inumidito col solo dentifricio e risciacquare soltanto alla fine.

Barba. È sufficiente colmare il lavandino d’acqua, chiudendolo col tappo, e poi lasciarla scorrere terminata la rasatura.

Frutta e verdura. Lavarle lasciandole a mollo: così si riduce il numero di risciacqui sotto l’acqua corrente. L’acqua utilizzata può essere poi impiegata per innaffiare le piante.

Doccia. Va preferita al bagno: è sicuramente più veloce e fa risparmiare fino a 100 litri d’acqua alla volta. Ovviamente è opportuno aprire il rubinetto solo nel momento in cui ci si sciacqua, senza lasciarlo aperto per l’intera durata della doccia.

Elettrodomestici. Utilizzate lavastoviglie e lavatrice a pieno carico: così si arriva a risparmiare fino a 11.000 litri d’acqua all’anno.

Valvola. Prima di partire per le vacanze si consiglia di chiudere la valvola centrale dell’acqua, anche per evitare rotture improvvise nell’impianto idraulico.

Rubinetti. Controllare che non perdano, in caso contrario chiedere l’aiuto di un idraulico esperto o sostituire le guarnizioni. Un rubinetto che gocciola può far sprecare fino a 4.000 litri d’acqua in un anno. È bene, inoltre, installare i riduttori di flusso dell’acqua, che limitano i consumi fino al 50%.

Acqua di cottura. Le nonne insegnano che è un ottimo sgrassante e permette di lavare piatti e bicchieri senza eccessivo uso di detersivo.

Scarico del wc. Controllare che lo scarico non perda: un wc che perde può arrivare addirittura a consumare fino a 100 litri d’acqua al giorno. Se si ha uno scarico a cassetta, adottare il pulsante con doppio tasto, che consente di dosare l’acqua.

Lavaggio auto. Ridurre la frequenza dei lavaggi, utilizzando un secchio e non la pompa per risciacquarla.

Redazione

Redazione

2 Commenti

  1. 11o comandamento
    Raccogliere l’acqua in una bacinella o catino quando ci si lava le mani o il viso o i denti e utilizzarla per eliminare lo sciacquone dai bisogni! Semplice semplice! Eco-eco!

    • RISPONDE LA REDAZIONE
      Inserito da Redazione il 10 luglio, 2018 at 2:54 pm — Rispondi

      Ottima idea, grazie, Pino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *