Se stiamo per comprare la nostra prima bici, consiglia Federico Del Prete (direttore di Ciclopride Italia), è bene iniziare investendo in una discreta city bike, non troppo appariscente, ma con tutto quello che serve: buoni freni e impianto luci, borse e parafanghi. Se si è pendolari e si usa il treno, una buona bici pieghevole è quello che ci vuole (in Emilia-Romagna c’è un bonus della Regione di 100 euro). Se invece si fanno circa 10 km al giorno ci vuole una buona bici da città: affidabile e con buoni cambi. Se i km al giorno superano i 15 si può magari pensare all’”aiutino” che può dare una bici a pedalata assistita, la cui spesa è ora fiscalmente detraibile per soggetti con handicap motori. Sotto i due km al giorno… bastano i piedi.

In sintesi ognuno deve trovare la configurazione più adatta alle proprie esigenze senza dimenticare mai la necessaria dotazione antipioggia e robusti sistemi antifurto.

Redazione

Redazione

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*