I vincitori, cioè quelli che hanno ricevuto a casa la bicicletta (per 15 una bici elettrica, per altri 30 una city bike) sono 45. Ma ci sia consentito dire, con quello che speriamo non suoni come un eccesso di presunzione, che vincitori lo sono state un po’ tutte le 22.101 persone che hanno partecipato al nostro concorso “Go Green”, persone che prima hanno letto la rivista, poi sono andate sul nostro sito internet, quindi hanno risposto alle domande e maturato così i crediti per partecipare all’estrazione finale.

Vincitori dicevamo, perché se certo c’era l’incentivo di portarsi a casa un premio, la nostra iniziativa voleva prima di tutto essere un’occasione per sensibilizzare e far riflettere chi segue la nostra rivista, sui problemi dell’ambiente e di farlo partendo, non dagli scenari globali, ma dai comportamenti dei singoli, da ciò che ognuno può fare nella sua vita di tutti i giorni. Per questo per partecipare occorreva sottoscrivere un simbolico impegno in questo senso.

Non eravamo sicuri che la cosa funzionasse e temevamo apparisse troppo complicato dover anche rispondere a domande relative al sondaggio che abbiamo pubblicato su queste materie. Invece i 22.101 partecipanti hanno maturato 199.681 titoli di partecipazione, cioè più di 9 testa (il massimo possibile era 11), segno che il percorso proposto è stato seguito sino in fondo, leggendo con attenzione e rispondendo correttamente a quasi tutte le domande.

In più sono decine e decine i messaggi di apprezzamento e di condivisione dei nostri propositi che abbiamo ricevuto durante tutto il periodo in cui si è svolto il concorso.

Per questo consideriamo l’esperimento riuscito. Vedremo se sarà possibile in futuro ripetere attività analoghe, su questo o su altri temi di grande rilievo per la collettività. In ogni modo, se ora chi ha le biciclette potrà anche divertirsi a pedalare in libertà, per tutti quanti resta  il dovere di non dimenticare gli impegni presi e di comportarsi in modo sostenibile e responsabile, invitando gli altri a fare altrettanto. L’ambiente ringrazia!

Hanno vinto una bici elettrica Enrico Nada, Torino (To); Susanna Castagnaro, Fano (Pu); Roberto Iannone, Suzzara (Mn); Fabio Cortellazzi, Cormano (Mi); Anna Rita Simonetti, Ascoli Piceno (Ap); Giuseppe Mazzarello, Tortona (Al); Roberta Matteazzi, Vicenza (Vi); Rainelda Verga, Cermenate (Co); Federico R., Gravellona Toce (Vb); Silvia C., Rimini (Rm); Fabrizio P., Occhiobello (Ro); Vasco L., Vigodarzere (Pd), Roberta Quercetti (An); Elisabetta Dotto, Granarolo dell’Emilia (Bo); Ilaria Arnoffi, San Giovanni in Persiceto (Bo).

Hanno vito una city bike Ciro Pagano, Volpiano (To); Rosella Pezzi, Russi (Ra); Paolo N., Reggio Emilia (Re); Antonella G., Calderara di Reno (Bo); Ester Spinozzi, San Benedetto del Tronto (Mc); Roberto D’Alessandro, Sanremo (Im); Giovanni M., Montesilvano (Pe); Diego Masin, Rovigo (Ro); Fabio Binacchi, Luzzara (Re); Enrico B., Pesaro (Pu); Anna Rita N., Pordenone (Pn); Giovanni Matera, Laterza (Ta); Mariagrazia Dell’Erba, Modena (Mo); Laura S., Venezia (Ve); Manuela Graziani, Cesenatico (Fc); Fabio P., Brescia (Bs); Alessio Valeriani, San Giovanni in Persiceto (Bo); Sergio Mallus, Anzola dell’Emilia (Bo); Mara Bardellini, Citta della Pieve (Pg); Gianni Saburro, San Giorgio in Piano (Bo); Andrea B., Bologna (Bo); Mario Gambalunga, Milano (Mi); Federico Seren Rosso, Torino (To); Michela Vettoretti, Valdobbiadene (Tv); Luigi Bettazzi, San Lazzaro di Savena (Bo); Annamaria Z., Venezia (Ve); Giovanni G., Novara (No); Adriana T., Muzzano (Bi); Giovanni F., Cormons (Go); Roberta B., Cesena (Fc).

Di alcuni vincitori non è riportato il cognome poiché non hanno fornito il loro consenso.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *