1 Usare l’automobile il meno possibile, privilegiando mezzi pubblici, bicicletta e anche gli spostamenti a piedi. Rispettare l’ambiente e la biodiversità significa anche prendere l’aereo il meno possibile: in fase di decollo viene consumata una quantità enorme di carburante.

2 Il processo di produzione dei dispositivi elettronici (smartphone, tablet, computer) ha gravi ripercussioni sull’ambiente a causa dello sfruttamento delle miniere da cui provengono materiali necessari a fabbricarli come rame, cobalto e piombo. Cerchiamo quindi di utilizzare i nostri device il più a lungo possibile!

3 Smaltire correttamene i rifiuti e soprattutto non gettare i rifiuti a terra! Ad esempio: i mozziconi e le gomme da masticare intossicano o soffocano gli animali che li ingeriscono, mentre piccoli mammiferi e anfibi restano intrappolati all’interno delle bottiglie e i pezzi di vetro possono ferire gli animali di dimensioni maggiori o, tramite l’effetto lente, causare incendi. Per non parlare della plastica, che impiega secoli a degradarsi.

4 Dobbiamo assolutamente ridurre il consumo di acqua potabile. L’acqua è fondamentale per tutti gli ecosistemi. E non va sprecata per lavare l’auto, ad esempio. Poi va recuperata quella che usiamo per lavare le verdure – per innaffiare le piante, o come sciacquone. Quando ci laviamo i denti chiudiamo il rubinetto e lo stesso mentre ci insaponiamo sotto la doccia.

5 In vacanza, conviene acquistare souvenir in maniera responsabile, non prodotti con specie a rischio. No quindi al corallo, o le borse in pelle di coccodrillo, o legno di palissandro, o avorio…

6 Meglio evitare indumenti o tappeti o altri tessili che debbano essere lavati a secco, cioè con percloroetilene o tetracloretilene, un solvente tossico. Purtroppo anche se dovrebbe essere smaltito in sistemi a circuito chiuso ne sono state trovate tracce anche nelle falde e nei fiumi.

7 Ridurre il consumo di carta e cartone significa proteggere le foreste. Quando si stampa un documento, meglio scegliere la funzione fronte-retro. E’ una buona idea usare carta riciclata o con marchio FSC o PEFC. Una volta letti, prestate libri, quotidiani e riviste (anche quella che state leggendo in questo momento!) ad altri lettori potenziali.

8 Durante le escursioni rispettiamo gli ecosistemi che ci circondano rispettando anzitutto gli animali selvatici. Se vengono cacciati dai loro ripari o se vengono svegliati dal letargo, potrebbero tentare la fuga, esaurire le energie e non riuscire più a procacciarsi il cibo. Cerchiamo quindi di non uscire dai sentieri, fare meno rumore possibile e osservare gli animali da lontano. Al mare, non è corretto lasciare che i bambini caccino col retino pesci a riva. Lasciamo al loro posto anche le conchiglie. In generale, quando ce ne andiamo, tutto dovrebbe essere come l’abbiamo trovato.

9 Avere sempre attenzione alla propria alimentazione. Se possibile scegliere prodotti alimentari biologici e optare per alimenti che abbiano pochi imballaggi. Privilegiare il cibo locale e di stagione. Usare detersivi e cosmetici biologici ed ecologici, imballati in modo sostenibile.

10 Moderare il consumo di carne, la cui produzione ha un impatto sull’ambiente e in particolare sull’acqua. In Italia il consumo di carne rossa pro-capite è ancora superiore a quanto consigliato dall’Organizzazione mondiale della sanità. Un consumo corretto è di di 3/4 porzioni settimanali (tra carni bianche, rosse e salumi) secondo lo schema della dieta Mediterranea. Da ricordare che nel corso della digestione, i ruminanti producono grandi quantità di metano, uno dei più temibili gas serra.
Non mangiare solo le più sfruttate specie di pesce, come tonno, orata, sogliole, dentice e così via. Si possono sostituire con esemplari meno conosciuti ma ugualmente buoni.

Redazione

Redazione

3 Commenti

  1. Beh sarebbe molto entusiasmante se tutti provassero a seguire queste regole qui elencate…io cerco di rispettare e far rispettare queste regole ma non è facile.

    • RISPONDE LA REDAZIONE
      Inserito da Redazione il 21 Giugno, 2019 at 12:14 pm — Rispondi

      Ciao Maria Grazia, proviamoci!

  2. Cerco da anni di arrendermi a queste ed anche altre regole…non é facile…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Informativa breve

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. GDPR) e del D. Lgs. 30.06.2003, n. 196, così come modificato ed integrato dal D. Lgs. 10.08.2018, n. 101 (c.d. Codice Privacy)

Editrice Consumatori Società Cooperativa tratta i dati personali (nominativo e indirizzo e-mail) da Lei forniti esclusivamente per pubblicare sul sito web il commento all’articolo selezionato (e il Suo nominativo sarà visibile a tutti i visitatori del sito web che leggano il commento), nonché per informarLa su eventuali aggiornamenti al commento pubblicato (risposta al suo commento da parte della redazione o di un altro visitatore della pagina, etc.).

I dati personali saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici e saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità sopra indicate, nonché per adempiere agli obblighi di legge imposti per le medesime finalità.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella Sua volontà di esplicitare pubblicamente le proprie opinioni.

Il Titolare del trattamento è Editrice Consumatori Società Cooperativa, 40127 Bologna (BO), viale Aldo Moro, 16, indirizzo e-mail: privacy@consumatori.coop.it

I dati personali saranno trattati esclusivamente dal personale e dai collaboratori di Editrice Consumatori Società Cooperativa, da altri soggetti espressamente nominati come Responsabili del trattamento o, comunque, legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti, normative comunitarie, all’autorità giudiziaria.

Lei ha il diritto di ottenere dal Garante, nei casi previsti, l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. GDPR). Apposite istanze possono essere presentate contattando il titolare del trattamento e/o il Responsabile per la protezione dei dati personali ai recapiti quivi indicati.

Qualora Lei ritenga che il trattamento dei dati avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (art. 77, GDPR), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79, GDPR).

Per visualizzare l’informativa estesa sul trattamento dei dati personali relativa al sito web www.consumatori.e-coop.it clicca qui